www.theXplan.net OLTRE LA VERITA' UFFICIALE

Non vi chiediamo di credere, ma di riflettere

ANNO XVI


Live Channel
12.09.2019
"The Giant of Kandahar", statistiche
L'articolo "The Giant of Kandahar" ha raggiunto le 30000 letture e i numeri sono in continuo aumento. Il Gruppo The X-Plan ringrazia tutti gli utenti che da ogni parte del mondo hanno contribuito a raggiungere questo traguardo

La Commissione



ARCHIVI/Project Serpo

PROGETTO SERPO #35.0

POST #35 - Parte Prima

PROGETTO-SERPO-350
Diego Antolini
Fonte: Serpo.org

Anno: 2010

Fonte: Victor Martinez

Post 35
Il memo dell’FBI sull’UFO Crash di Roswell chiarito!

NOTA del MODERATORE:

Con l’attuale giro di controversie e acceso dibattito che ruota attorno al memo “FBI-ROSWELL UFO CRASH” postato sulla sezione “The Vault” del sito web dell’FBI, vari operativi dell’intelligence hanno cantato con quello che essi SANNO essere la versione vera, fattuale ed attuale degli eventi accaduti in quell’epoca passata.


Questi ricordi sono stati letti e valutati dalla mia fonte ANONIMA originale che mi ha fornito il primo post sul “Project SERPO” nel novembre del 2005.


Ecco quello che ANONIMO dichiara essere i FATTI riguardanti il tutt’ora altamente carico “incidente di Roswell” a 60 e più anni di distanza.


E armati con NUOVE informazioni che possono benissimo Riscrivere la storia del crash di Roswell, ANONIMO III integra con DETTAGLI SPECIFICI della DATA DEL CRASH attuale come indicato negli STRUMENTI DI MISURAZIONE DEL TEMPO DEGLI ALIENI trovati su entrambe le navicelle aliene e successivamente Decodificate dai maghi della scienza del Los Alamos National Laboratory negli anni ‘90!

------------------------------------------

VICTOR:


INTRODUZIONE: ecco le corrette informazioni riguardanti i due (2) o tre (3) velivoli alieni precipitati e i luoghi come indicati nei rapporti:


BACKGROUND: alla fine del 1979 Lyle Roff, un impiegato dell’FBI in pensione fu intervistato da Bill Moore che era il co-autore del primo libro su Roswell, “The Roswell Incident”.


Roff inizialmente diede a Moore le informazioni che sono contenute nel recente post dell’FBI datato mercoledì 22 marzo 1950 su:

http://vault.fbi.gov/unexplained-phenomenon


MOLTI ricercatori hanno saputo di questo documento e si sono rifiutati di accettarlo perché non collima con le loro ricerche difettose e deviate. Esso è REALE e contiene informazioni che un ufficiale dell’intelligence USAF ha fornito a un agente dell’FBI come parte della loro indagine. Questa NON E’ disinformazione...è REALE.


QUESTA E’ LA NARRAZIONE STORICA ORIGINALE:


Nel 1950 l’FBI Foreign Counterintelligence (FCI) stava indagando sul fenomeno UFO. L’FBI ricevette un aggiornamento segreto da parte dell’intelligence USAF nel 1950.


Durante l’incontro, l’USAF comunicò che vi potevano essere stati tre (3) crash di dischi volanti nel New Mexico. L’esercito/aeronautica USA trovarono tre (3) possibili luoghi d’impatto nel New Mexico.


Uno dei punti era localizzato approssimativamente 40 miglia a nord di Roswell.


Un punto si trovava approssimativamente 10 miglia a sudest di Corona.


E un punto era vicino a Shaw Mountain, a sud di Plains of San Augustin nel New Mexico occidentale. Quest’ultimo punto fu scoperto nel 1949 da alcuni rancheros.


Si pensò che i primi due (2) siti erano due (2) velivoli differenti. Tuttavia l’USAF in seguito determinò che il sito a nord di Roswell e quello a sudest di Corona ERANO LO STESSO VELIVOLO, che si ruppe in due (2) parti distinte.


Nel 1947 un altro frammento del velivolo di Roswell fu rinvenuto da un ranchero a est di Corona e lungo la Statale 247. Questa informazione NON FU documentata completamente in nessun rapporto USAF fino al 1954, quattro (4) anni DOPO che il rapporto dell’FBI fu pubblicato nel 1950.


Roff lavorava nell’ FCI e fornì a Moore informazioni aggiuntive su un possibile luogo d’impatto vicino a Silver City, New Mexico. Frammenti furono trovati vicino alla Bushy Mountain Air Force Station nel giugno del 1963. Tali frammenti vennero esaminati e si stabilì che si trattava di possibili resti di un VELIVOLO CADUTO di ORIGINE EXTRATERRESTRE.


[TXP - C'e' un evidente errore nel nome, si dovrebbe trattare di Brushy Mountain vicino a Silver City e non Bushy Mountain. Errore accidentale?]


MA quell’informazione è stata sempre CONFUSA con il sito d’impatto di Aztec, New Mexico. L’USAF non ha MAI confermato nessun luogo d’impatto vicino Aztec, New Mexico. Roff morì nei primi anni ‘80.


Il memo pubblicato recentemente dall’ FBI si conosceva da molti anni. Il primo rapporto PUBBLICATO del memo fu nel 1977. Molti ricercatori ebbero accesso a quel memo, ma essi si rifiutarono di considerare l’informazione autentica perché NON corrispondeva alle LORO informazioni [sbagliate] che avevano custodito per lungo tempo.


Come ho detto per molti anni, NON esiste un SOLO LIBRO scritto che racconta la VERA, REALE vicenda di Roswell o dell’altro punto d’impatto nel New Mexico occidentale.


I ricercatori dei “Dischi volanti” hanno IGNORATO l’informazione REALE e si sono affidati a informazioni assolutamente FALSE o FALLACI [vere/false] date loro da testimoni di seconda e terza mano.


Vi è un secondo memo FBI che fu pubblicato ma in seguito ritirato. In quel rapporto, datato 1952, viene descritto in dettaglio i resoconti dei testimoni Dan Wilmat, che vide il crash a nord di Roswell, e Barney Barnett che, assieme a un amico, trovò i resti del SECONDO crash vicino a Shaw Mountain.

[TXP – Il nome e’ Dan Wilmot, non Wilmat. Altro errore “accidentale”?]

PROGETTO-SERPO-350
PROGETTO-SERPO-350

Barnett in realtà gestì i frammenti e tenne alcuni degli oggetti trovati vicino al velivolo. Tuttavia i militari e l’FBI sequestrarono quegli oggetti a Barnett quando egli tentò di sottrarli nel 1951.


[TXP – Se Barnett aveva prelevato tali oggetti dal punto d’impatto, come è possibile che avrebbe tentato di sottrarli? A chi, a se stesso? L’unica risposta logica sarebbe che egli li avesse portati a casa e tenuti in vista, e all’arrivo dei militari/FBI avesse provato a nasconderli. Entrambe le mosse sarebbero state davvero ingenue da parte dell’uomo].


Barnett ritornò al sito del crash due (2) giorni dopo averlo trovato e scattò delle fotografie. Alcuni giorni dopo l’esercito arrivò sul posto e raccolse TUTTI i frammenti. Barnett morì alcuni anni dopo e molti ricercatori hanno tentato negli anni di trovare quelle fotografie.


Lo sceriffo della contea di Socorro al tempo sembra possedesse delle copie. Tuttavia egli morì e nessuno ad oggi conosce l’ubicazione delle fotografie.


Nel 1957 l’USAF pubblicò un rapporto estremamente riservato che DESCRIVEVA IN DETTAGLIO TUTTI I PUNTI D’IMPATTO NEL NEW MEXICO.


Il rapporto indica un (1) luogo d’impatto per il velivolo di Roswell, ma due (2) diversi campi di frammenti.


UNO sarebbe dove parte del velivolo atterrò a nord di Roswell e il SECONDO sarebbe a sudest di Corona.


Il SECONDO punto d’impatto era indicato come Shaw Mountain. CORPI ALIENI furono recuperati in ENTRAMBI i siti.


L’USAF ipotizzò che entrambi i velivoli si scontrarono a mezz’aria a nord di Roswell.


Un velivolo si spezzò, con un pezzo che cadde a nord di Roswell e un altro pezzo a sudest di Corona.


Il SECONDO velivolo arrivò nell’area appena a nord di Shaw Mountain e poi precipitò.


Il PRIMO VELIVOLO ALIENO fu trovato pochi giorni dopo, MA il SECONDO SITO non fu trovato fino al 1949.


I CORPI ALIENI trovati nel SECONDO velivolo erano estremamente decomposti.


Il PRIMO VELIVOLO ALIENO PRECIPITATO fu portato a Roswell e più tardi presso il Wright Air Field in Ohio.


Il SECONDO VELIVOLO ALIENO fu portato al Kirtland Field, Albuquerque, dove fu esaminato attentamente. In seguito fu trasferito a Los Alamos Labs dove fu sottoposto a esami molto sofisticati.


L’USAF fu in grado di comparare entrambi i pezzi del velivolo trovati a Roswell e Corona e stabilì che si trattavano di UN (1) solo velivolo. Più tardi essi usarono il frammento trovato nel 1957 per RICOSTRUIRE COMPLETAMENTE IL VELIVOLO ALIENO.


Il SECONDO VELIVOLO ALIENO era pesantemente danneggiato ma era in un (1) pezzo, ECCETTO piccoli frammenti che erano sparsi in un raggio di un (1) miglio nel punto d’impatto.


Sebbene estremamente decomposti, l’USAF e l’Armed Forces Institute of Pathology furono in grado di determinare che ENTRAMBI i resti dei corpi appartenevano alla STESSA SPECIE ALIENA. Essi furono classificati come NON-umani, ma si trattava di forme di vita che respiravano.


SEGUITO:


Nuove informazioni riguardo LA REALE DATA DEL CRASH vennero dall’APPARECCHIO ALIENO DI MISURAZIONE DEL TEMPO trovato a bordo, che mi fu fornito da un collega della DIA, ANONIMO III. Se vero, questo può benissimo Riscrivere la storia “ufficiale” del crash di Roswell come viene attualmente presentato dalla stampa mainstream al pubblico.

------------------------------------------

[CONTINUA]

PROGETTO-SERPO-350
PROGETTO-SERPO-350
PROGETTO-SERPO-350
21/04/2019 22:03:24

https://www.thexplan.net/article/494/PROGETTO-SERPO-350/it
ARTICOLI CORRELATI
-SVELATO-IL-MISTERIOSO-POTERE-DELLE-PIRAMIDI--IL-PRIMO-LIBRO-DI-ALESSANDRO-LEONARDI
'SVELATO IL MISTERIOSO POTERE DELLE PIRAMIDI' , IL PRIMO LIBRO DI ALESSANDRO LEONARDI
(RUBRICHE / EVENTI)
IL-LINGUAGGIO-ALIENO-E-LA-SCIENZA-DEL-MULTIVERSO
IL LINGUAGGIO ALIENO E LA SCIENZA DEL MULTIVERSO
(INDAGINI / NEL MONDO)
ACAM-MILLENNIUM-MOSTRA-INTERNAZIONALE-SUI-MISTERI-(28-FEB-28-MAR-2004)
ACAM: MILLENNIUM, MOSTRA INTERNAZIONALE SUI MISTERI (28 FEB-28 MAR 2004)
(RUBRICHE / EVENTI)
Commenti
Nome
E-Mail
Testo