www.theXplan.net OLTRE LA VERITA' UFFICIALE

Non vi chiediamo di credere, ma di riflettere

ANNO XVI


05.03.2019
Progetto X-COVER
Il Gruppo The X-Plan ha avviato da qualche mese un progetto di grafica collegato a indagini, conferenze, articoli e altre attività. I progetti di lunga durata o di particolare importanza verranno annunciati con una cover che ne rappresenta il contenuto. Le cover potranno essere visualizzate sulla Home Page del sito alla sezione PROGETTI.

La Commissione



X-ZONE/X-plan

PROGETTO SERPO #29.7

POST #29 - Parte Ottava

PROGETTO-SERPO-297
Diego Antolini
Fonte: Serpo.org
Anno: 2008

Fonte: Victor Martinez

UNA MAPPA DEL NOSTRO UNIVERSO

Per avere una migliore comprensione della Creazione sarebbe più facile descriverla in forma di diagramma. Questo, tuttavia, pare essere quasi impossibile date le immense proporzioni dei suoi componenti, cioè le sue sette (7) cinture o livelli di energia. Comunque un tentativo è stato fatto (vedi più avanti), di mostrare uno schema per dare almeno una vaga idea della sua enorme estensione.
Lo schema presentato sotto da:

www.billymeier.com/Beamships/Universe.html
[Il link non è più attivo]

si basa sui dati presenti nel periodo immediatamente successivo al “Big Bang”. Il nostro Universo da allora ha continuato ad espandersi, riflettendo valori di misurazione molto più elevati. Immaginate il nostro universo in espansione come una gigantesca sfera. Ora immaginate di dover tagliare in due l’universo, così da mostrare le sette (7) cinture individuali o strati che vi sono al suo interno. Ogni cintura è qui rappresentata con un diverso coloro ma solo a scopo illustrativo. Una cosa a questo punto dovrebbe diventare ovvia, e cioè che possiamo distinguere solo quattro dei sette “gusci” con i colori verde, rosso, giallo e, nel piccolo punto centrale, blu.

Il nome e l’ampiezza di questi strati, dal più esterno al più interno, sono indicati sotto. Le ampiezze date sono gli “spessori” di ogni guscio, non il suo diametro. (Tenete a mente che questa illustrazione non è nemmeno lontanamente un vero modello in scale dell’Universo):

7) La Cintura dello Spostamento (verde): ampiezza = 1.4 x 10/7 anni luce;

6) La Cintura della Creazione (rosso): ampiezza = 1.4 x 10/64 anni luce;

5) La Cintura della Trasformazione (giallo): ampiezza = 1 x 10/55 anni luce;

4) La Cintura della Materia Universale allo Stato Solido (blu) (include tutte le galassie, i pianeti, le stelle i gas, ecc): ampiezza = 2.5 x 10/15 anni luce.

Allora dove sono i restanti tre strati? Quelli esterni sopra descritti sono così incredibilmente grandi che gli strati più interni non si mostrerebbero nemmeno come una punta di spillo di colore, e tuttavia essi sono enormi distanze. Quella sotto è una veduta allargata della porzione interna del nostro universo, che comincia con la cintura blue dell’ “Universo Materiale” descritta sopra, e le tre cinture rimanenti (rosa, arancione e porpora) sono mostrate come un segmento a torta esploso. Da notare quanto è piccolo il nostro Universo “materiale” se comparato alla sua intera estensione.

3) La Cintura dello Spazio di Ur (rosa): ampiezza = 1 x 10/14 anni luce;

2) La Cintura del Nucleo di Ur (arancione): ampiezza = 1 x 10/14 anni luce;

1) Il Nucleo Centrale (porpora): raggio = 3.5 anni luce.
La funzione delle cinture individuali coinvolge un trasferimento di energie costante; tutto questo fornisce al nostro universo la capacita’ di manifestare una cintura materiale o fisica in cui materia stellare, floreale, faunistica, e umana possa crescere. Per spiegare ulteriormente queste funzioni Billy Meier risponde a domande sulla Cintura Materiale del nostro Universo:
PROGETTO-SERPO-297
PROGETTO-SERPO-297
Un estratto dal bollettino FIGU No. 5  di Billy Meier

DOMANDA: “Cos’è la Cintura del Materiale Universale?”

RISPOSTA: La Cintura del Materiale Universale è quella parte o cintura, rispettivamente, dell’Universo dove la materia esiste, cioè a dire pianeti, soli, galassie, meteore, comete, gas, l’intera materia oscura e altre cose. Ognuna di queste cose esiste solo all’interno di questa cintura materiale, laddove nessun materiale si trova nelle cinture interne e esterne (di cui ne esistono sette in tutto). Nella cosiddetta Cintura della Trasformazione quelle forme si sviluppano da quella materia che si sviluppa e che esiste in seguito nella Cintura Materiale, da qui nel nostro Universo DERN visibile.

Questa è la sola porzione dell’Universo che noi esseri umani siamo capaci di vedere ed esplorare. Noi non possiamo vedere niente al di là di questo, dato che solo vuoto e oscurità totale regnano là. Assolutamente niente può essere osservato o individuato – anche con i migliori strumenti astronomici moderni o altri strumenti straordinari che sono a nostra disposizione. Le cinture interne ed esterne al nostro Universo materiale visibile sono praticamente infinite, e sono vaste e oscure se si esclude la cintura più interna, radiante, dove il Big Bang si è originato approssimativamente 46 trilioni di anni fa.

Gli effetti post-Big Bang continuano ad esistere all’interno della cintura adiacente che, guardandola dalla Terra, è circa 1.25 x 10/25 anni luce distante al suo confine più vicino. Gli scienziati terrestri non sono in grado di guardare ed ascoltare in queste profondità dello spazio, anche usando i super strumenti più elaborati. E questo indica precisamente il grado della ristrettezza mentale dei nostri scienziati, quando essi affermano che l’Universo sia a malapena vecchio quanto la distanza che essi riescono a penetrare nello spazio quasi infinito mediante i loro strumenti e marchingegni di osservazione.

Essi non hanno la minima idea che l’Universo si estende molto al di là di quello che essi immaginano, e che esso ha sei cinture aggiuntive in totale, che sono vuote di ogni materiale grezzo o materia. La materia stessa è in costante trasformazione all’interno della Cintura Materiale ed è, quindi, soggetta a processi di crescita e disintegrazione. Per questa ragione la materia non può mai essere o diventare vecchia quanto l’Universo completo.

Ad ogni dato periodo di tempo, quindi, solo la materia giovane si trova nell’Universo Materiale; materia che può essere al massimo di 40 o 45 miliardi di anni – in uno stato solido e compatto – mentre l’età dell’Universo Completo oltre la Cintura Materiale, cioè il nostro Universo Materiale, ammonta a circa 46 trilioni di anni.

Il tentativo di descrivere l’Universo Completo schematicamente è un’impresa impossibile a causa della sua colossale estensione. In aggiunta, la sua FORMA A UOVO SPIRALEGGIANTE complica ogni cosa ancora di più. Tuttavia, questo è un tentativo per mezzo di un diagramma circolare, un modello, di illustrare una panoramica di come appare il nostro Universo Completo, che porta il nome di Universo DERN.

Le proporzioni disegnate non corrispondono riguardo alle distanze, naturalmente, dato che si tratta di un diagramma schematico; per dati più specifici riguardo a questo materiale suggerisco di leggere la lezzione di Guido Moosbrugger come stampata nel nostro foglietto FIGU “Uberdenkenswerte Vortrage” (Lezioni per Riflettere – disponibile solo in Tedesco a questo punto).

Nell’illustrazione [sopra] la Cintura #4 [blu] descrive il nostro Universo Materiale, cioè, la parte dell’Universo Complete dove esistono le galassie con soli, pianeti, meteore, nuvole di gas, comete e così via. Lo Spazio-Ur #3 [rosa] è la cintura dalla quale vengono emanate le cosiddette radiazioni di sfondo che conducono al Nucleo-Ur #2 [arancione], il reale Strato-Ur, al cui centro risiede il Nucleo-Centrale #1 [porpora] che costituisce la vera localizzazione del Big Bang, il Centro del Big Bang.

A cominciare dallo Spazio-Ur, la materia comincia il suo sviluppo e poi passa nella Cintura dell’Universo e, da lì, nel nostro Universo Materiale. Questa materia consiste di energia, tuttavia, che si mescola con altre forme di energia che entrano dalla Cintura della Trasformazione #5 [giallo] nel nostro Universo Materiale. La materia energetica dallo Spazio -Ur è POSITIVA, mentre l’altra materia proveniente dalla Cintura della Trasformazione è NEGATIVA. Nell’unirsi all’interno dell’Universo Materiale esse si sviluppano in nuove forme di energia da cui, in ultima fase, evolve la materia grezza.

Nella Cintura della Trasformazione #5 [giallo] le energie di materia sottile della Cintura della Creazione #6 [rosso] vengono trasformate in forme di energia che già si estendono entro il reame dell’energia materiale. Questo le rende assorbibili dalla Cintura della Trasformazione, ed essere sono convertite in energia grezza.

La Cintura della Creazione #6 [rosso] assorbe le energie più sottili dallo spazio dell’Assoluto Absolutum che è situato oltre la Cintura dello Spostamento, chiamata anche Cintura dell’Ariete #7 [verde], la cui funzione è quella di spingere via le pareti di altri universi che galleggiano anch’essi entro lo spazio dell’Assoluto Absolutum. La Cintura dello Spostamento si occupa anche di un’altra funzione, cioè quella di assorbire le materie energetiche più sottili dalla sfere dell’Assoluto Absolutum e passarle nella Cintura della Creazione.

Questo processo fornisce all’Universo Completo tutte le energie indispensabili di cui esso ha bisogno per esistere. Sebbene esso si sia creato da solo, o piuttosto è stato creato dall’Idea-Ur della Creazione-Ur precedente, uno può vedere che l’Universo Completo richiede nondimeno energie esterne – in questo caso dall’Assoluto Absolutum – dalle quali le energie più sottili nelle 10/49 diverse forme della Creazione dipendono nel numero infinito.

Indipendentemente dal dal fatto che la Creazione Completa, la Coscienza Universale, or come uno desidera chiamare l’Universo Completo, è in grado di sostenere se stesso, ciononostante richiede una qualche forza, un’energia, che permetta all’Universo di raggiungerlo. Questa forza o energia è fornita dall’ASSOLUTO ABSOLUTUM.

L’Assoluto Absolutum è la sola entità in gradi di passare le energie indispensabili e fondamentali ad ogni forma di creazione esistente entro l’intera vastità delle forme Creative, così che esse, a loro volta, hanno la capacità di essere in grado di auto sostenersi.

Ma in ogni caso, anche l’Assoluto Absolutum dipende da un’energia vitale esterna, che non proviene da nessun altro tipo di Creazione superiore ma direttamente da quello che gli esseri umani chiamano il NIENTE ASSOLUTO. Il Niente Assoluto contiene tuttavia le energie fondamentali più sottili da cui l’Assoluto Absolutum si è AUTO CREATO un incomprensibile periodo di tempo fa.

[CONTINUA]
PROGETTO-SERPO-297
PROGETTO-SERPO-297
PROGETTO-SERPO-297
14/10/2018 19:05:55

https://www.thexplan.net/article/434/PROGETTOSERPO-29.7/It
ARTICOLI CORRELATI
PROGETTO-SERPO-344
PROGETTO SERPO #34.4
(X-ZONE / X-PLAN)
INDAGATORI-DEL-MISTERO--PROMO
INDAGATORI DEL MISTERO - PROMO
(RUBRICHE / GHOST HUNTING)
INTERVISTA-A-MARIA-MORGANTI-E-LUCIANO-GASPARINI-(ASSOCIAZIONE-LACORONA)-IN-ESCLUSIVA-PER-THEXPLAN
INTERVISTA A MARIA MORGANTI E LUCIANO GASPARINI (ASSOCIAZIONE "LACORONA") IN ESCLUSIVA PER THEXPLAN
(RUBRICHE / INTERVISTE)
Commenti
Nome
E-Mail
Testo