www.theXplan.net OLTRE LA VERITA' UFFICIALE

Non vi chiediamo di credere, ma di riflettere

ANNO XVI


05.03.2019
Progetto X-COVER
Il Gruppo The X-Plan ha avviato da qualche mese un progetto di grafica collegato a indagini, conferenze, articoli e altre attività. I progetti di lunga durata o di particolare importanza verranno annunciati con una cover che ne rappresenta il contenuto. Le cover potranno essere visualizzate sulla Home Page del sito alla sezione PROGETTI.

La Commissione



X-ZONE/X-phenomena

LA TRIADE ERMETICA II

Il Conte di Saint Germain

LA-TRIADE-ERMETICA-II
Diego Antolini
Fu una figura controversa nell'Europa del XVIII secolo, dove gli intrighi e i segreti di corte si intrecciavano con le azioni audaci di singoli individui: era il tempo dei maghi, dei lumi e degli alchimisti.
La vita di Saint Germain e' stata oggetto di numerosi articoli e di almeno un libro, i quali sin dalla sua morte (avvenuta nel 1784), non hanno fatto piena luce sulla reale figura di questo singolare personaggio. Tacciato come ciarlatano da molti, considerato immortale da altri, le sue gesta hanno attraversato il Settecento di Bach e Mozart come una rapsodia bohemienne.
Il primo dei numerosi misteri legati a Saint Germain riguarda la sua nascita. Molti studiosi credono che egli discenda da Francis II, re del principato di Transylvania che, all'epoca, aveva stretto legami con la Casata degli Hesse (Francis II aveva infatti sposato la sedicenne Charlotte Amalie di Hessen-Reinfels il 25 Settembre 1694 presso la cattedrale di Cologne in Germania).
Dall'unione di Francis I con Charlotte Amalie nacquero due figli riconosciuti; tuttavia, al momento della pubblicazione del testamento di Francis II (1737), un terzo figlio senza nome viene menzionato come uno dei beneficiari. Egli era Leopold-George, il piu' grande dei figli e quindi erede diretto al trono di Transylvania. Leopold-George potrebbe essere nato nel 1691 o nel 1696 e non si e' mai potuto determinare con certezza se era il figlio di Charlotte di Hesse o della precedente moglie di Francis II. Leopold-George venne fatto "morire" per salvarlo da un cospirazione che mirava a distruggere la dinastia transylvana e terminare l'indipendenza di quel territorio.
Si crede pertanto che Leopold-George altri non fosse che il Conte di Saint Germain, che (ri-)comparve nella societa' Europea intorno al 1743 come un uomo sui quarant'anni. Quasi niente si conosce della sua vita prima di quell'anno, anche se un dossier sul Conte era stato compilato per ordine dell'Imperatore Napoleone III. Sfortunatamente il dossier ando' in fumo per via di un incendio che distrusse l'edificio in cui esso era custodito. Le informazioni che sopravvissero indicano che Saint Germain fu addestrato a diventare uno dei piu' attivi, coloriti e audaci agenti politici segreti della Fratellanza del XVIII secolo.
Il Principe Karl di Hesse scrisse che Saint Germain era stato allevato dall'ultimo della potente famiglia dei Medici di Firenze. Era infatti risaputo l'interesse quasi ossessivo dei Medici per le filosofie misteriche o misteriosofiche. Saint Germain avrebbe studiato presso l'Universita' di Siena.
Al tempo del suo ingresso in societa' la causa Giacobita era molto pressante e, di li' a due anni (nel 1745) vi sarebbe stata l'invasione di Scozia. Durante questi due anni Saint Germain risiedette a Londra. Sembra che egli fosse un talentuoso musicista e molte delle sue composizioni venivano eseguite presso il Little Haymarket Theatre.
Le autorita' britanniche non credevano pero' che Saint Germain si trovasse a Londra per perseguire una carriera musicale e nel Dicembre 1745 (mentre i Giacobiti avanzavano), egli fu arrestato con il sospetto di essere un agente Giacobita. Venne rilasciato quando le presunte lettere di Charles Edward, capo dell'invasione Stuart, non gli vennero trovate addosso.
Dopo essere tornato in liberta', Saint Germain lascio' l'Inghilterra e passo' un anno come ospite del Principe Ferdinand von Lobkowitz, Primo Ministro dell'imperatore austriaco. Durante questo periodo il Conte venne introdotto al Maresciallo de Belle-Isle, ministro della guerra francese che, a sua volta, gli apri' le porte della corte di Francia.
Nei tre anni successivi non si conosce nulla delle azioni di Saint Germain, che riapparve nel 1749 come ospite di Re Louis XV di Francia, e probabilmente suo agente politico.
LA-TRIADE-ERMETICA-II
LA-TRIADE-ERMETICA-II
Durante la repressione della Fratellanza che segui' in tutta la Francia, a seguito dell'editto di Louis XV e della Bolla di Papa Clemente, Saint Germain, membro di alto grado della Frammassoneria, era ospite alla corte francese. Un apparente paradosso che puo' essere spiegato solo con l'ignoranza del sovrano francese del reale coinvolgimento del Conte nella Fratellanza, oppure con il fatto che Saint Germain era in possesso di informazioni cruciali sull'appoggio della Francia all'avanzata Giacobita.
Dopo l'ennesimo "periodo buio" nella vita di Saint Germain, lo vediamo nel 1755 in rotta verso l'india accanto al comandante inglese Robert Clive che andava a combattere i francesi.
Secondo alcuni biografi egli sarebbe stato un agente in incognito per la corte francesce, visto che al suo ritorno, nel 1758, venne premiato con un appartamento nel palazzo reale di Chambord. Gli venne anche messo a disposizione un laboratorio con attrezzatura per compiere i suoi esperimenti chimici e alchemici. Della sua presunta conoscenza dei misteri dell'Alchimia si parlava in ogni angolo della corte di Francia visto che egli affermava di possedere l'Elisir dell'Immortalita', cioe' una formula segreta che rendeva un uomo fisicamente immortale. Vi erano altri, specialmente tra i Rosacroce, che affermavano la stessa cosa sempre in quel periodo.
Nel 1760 Saint Germain lascio' la Francia per l'Hague, nei Paesi Bassi. Questo avvenne all'apice della guerra dei Sette Anni e l'Olanda si era dichiarata neutrale nel conflitto.
Ufficialmente egli dichiaro' di trovarsi a l'Hague per negoziare la pace tra Inghilterra e Francia; ma i dignitari di quei paesi non avevano ricevuto nessuna missiva dai loro rispettivi governi e, pertanto, il Duca di Choiseul, Ministro degli Esteri Francesi, ordino' l'arresto di Saint Germain. L'abile Conte riusci' a fuggire dall'Olanda e si rifugio' a Londra grazie all'aiuto del Conte Bentinck.
Solo nel 1770 Saint Germain riusci' a tornare in Francia. Piu' tardi il Principe de Galitzin, dignitario russo in Inghilterra, scrisse che la missione di Saint Germain in Olanda era di natura finanziaria, ancorche' segretissima: sfruttare l'unione tra la Principessa Caroline e il Principe di Nassau-Dillenburg per stabilire un "fondo" a favore della Francia tramite banchieri olandesi, come confermato dall'Ambasciatore francese D'Affrey. Missione che non fu in grado di portare a termine a causa della sua fuga improvvisa.
Dopo la breve parentesi a Londra Saint Germain torna segretamente a Parigi (1760) dove, ospite della famiglia Anhalt-Zerbst, prima assiste al matrimonio tra la Principessa Catherine II e il Principe Peter III di Russia e poi, quando quest'ultimo sale al trono, va a San Pietroburgo dove aiuta Catherine II a detronizzare Peter III e assumere il controllo dell'Impero Russo (questo grazie all'aiuto della famiglia Orloff). Come premio per i suoi servigi, Saint Germain venne nominato generale dell'esercito russo e Catherine II (di famiglia tedesca), poi divenuta "Caterina la Grande" pote' regnare sulla Russia per ventinove anni.
Tra il 1763 e il 1769 scende nuovamente il mistero sulle attivita' di Saint Germain. Egli lascio' la Russia per Berlino e, poi, per altre localita' europee.
Con la morte di Re Louis XV termino' l'appoggio della corte francese a Saint Germain: il successore, Re Louis XVI richiamo' al potere Choiseul e osteggio' apertamente il Conte, che dovette lasciare la Francia per sempre. Si rifugio' in Germania presso William IX di Hesse, il principe che ereditera' l'immensa fortuna degli Hesse-Kassel.
La data della presunta morte del Conte di Saint Germain e' il 1784, almeno secondo i registri dela chiesa di Eckenforde ("morto il 27 Febbraio, seppellito il 2 Marzo 1784").
Fu dopo la sua morte che emerse il vero coinvolgimento di Saint Germain nella Fratellanza, non solo come uno dei piu' alti gradi della stessa, ma addirittura come colui che era fisicamente immortale, non potendo invecchiare ne' morire. Un grande numero di contemporanei affermo' di aver visto Saint Germain in tempi impossibili. Uno di questi era il Barone E.H. Gleichen che, nelle sue memorie pubblicate nel 1868 scrive:
"Ho sentito Rameau e un parente dell'ambasciatore francese a Venezia testimoniare di aver conosciuto Saint Germain nel 1710 come un uomo sui cinquant'anni"
Se il Conte aveva cinquant'anni nel 1710, avrebbe dovuto avere centoventiquattro anni al momento della sua morte. Ci sono alcuni, peraltro, che sono convinti che Saint Germain non mori' nel 1784.
Una rivista tedesca di misticimo (Magazine der Beweisfuhrer fur Verurtheilung des Freimaurer-Ordens) affermava nel 1857 che Saint Germain era uno dei rappresentanti francesi alla convenzione massonica di Parigi del 1785, quindi un anno dopo la sua morte ufficiale.
Lo scrittore Cantu Cesare, nel suo lavoro Gli eretici d'Italia, descriveva la presenza di Saint Germain alla famosa conferenza massonica di Wulhelmsbad sempre nel 1785
Tali testimonianze favoriscono chi sostiene la teoria della "falsa morte" (per la seconda volta) per sfuggire ai pericoli e agli scandali cui il Conte era continuamente esposto.
La Contessa D'Adhemar, membro della corte di Francia, giurava di aver visto Saint Germain molte volte dopo il 1784 e sempre in concomitanza con situazioni di grave crisi politica. Ad esempio ella disse che Saint Germain aveva inviato avvertimenti al Re e alla Regina di Francia (Louis XVI e Marie Antoinette) poco prima dello scoppio della Rivoluzione Francese del 1789, aggiungendo di averlo visto anche nel 1793, 1804, 1813 e 1820.
Madame Helena Blavatsky, co-fondatrice della Theosophical Society, dichiaro' che Saint Germain era uno dei Maestri Nascosti del Tibet che controllavano il destino del mondo in segreto.
LA-TRIADE-ERMETICA-II
Nel 1919 un uomo che si diceva essere Saint Germain apparve in Ungheria nel momento in cui il rosso mantello del comunismo aveva cominciato ad estendersi su quella nazione.
Infine, nel 1930, un uomo chiamato Guy Ballard disse di aver incontrato Saint Germain sul Monte Shasta in California (Monte molto conosciuto dagli studiosi di esoterismo ed esobiologia come uno degli ingressi di regni sotterranei abitati da esseri alieni), e di averlo aiutato a stabilire una nuova loggia chiamata "I AM".
Possiamo notare similitudini nella vita e nel mistero di Saint Germain con Cagliostro: per entrambi infatti si sa pochissimo riguardo alle origini. Sulla sua abilita' di spia politica vi sono qui piu' certezze se raffrontate con le sue presunte conoscenze alchemiche (il Conte aveva affermato, nei circoli chiusi e tra i suoi adepti, di aver vissuto molti secoli e di aver addirittura conosciuto Re Salomone e la Regina di Saba), che lo bollarono quasi immediatamente come un ciarlatano (cosi' come era accaduto con Cagliostro).
Tuttavia limitare la descrizione di Saint Germain ai soli intrighi politici, rifiutando come ciarlatanerie tutte le sue affermazini esoteriche, sarebbe un grossolano errore. Nella chimica, che lui certamente aveva studiato da maestri di una delle numerosi corti in cui fu ospite (probabilmente la Germania) possedeva una discreta conoscenza edulcolorata dalle sue storie sulla rimozione dei difetti dai diamanti, sulla trasmutazone dei metalli e sul possesso dell'elisir di lunga vita. Altri suoi segreti alchemici sembra li abbia appresi durante i suoi viaggi in Messico e Vicino Oriente (Costantinopoli) e li abbia usati nel piano vittorioso che porto' Catherine II sul trono di Russia (successo reso possibile grazie a "qualcosa", forse un oggetto, che avrebe incrementato le energie tradizionali dei Cristalli di Rurik).
Le Memorie di Cagliostro ci vengono in aiuto confermando che il Conte avrebbe fondato la Frammassoneria in Germania, nonche' aver iniziato lo stesso Cagliostro la rito massonico.
Pare che Saint Germain possedesse una magnifica collezione di pietre preziose che alcuni credevano essere artificiali, mentre altri giuravano sulla loro autenticita'.
Le voci piu' insistenti sul Conte di Saint Germain riguardavano sicuramente la sua presunta scoperta del segreto dell'immortalita' e di come egli avesse messo a parte di questo mistero solo pochissimi eletti.
Quello che e' certo e' che l'Europa del tempo dei Lumi si era sviluppata su un sostrato di misticismo e di interesse per l'occulto che non scomparve mai e, anzi, con la Societa' Teosofica prima, e con l'avvento del Nazismo poi, venne spinta ossessivamente ai suoi livelli estremi. Il Conte di Saint Germain, come anche Cagliostro, sotto questa prospettiva erano riusciti a cavalcare l'onda di tale interesse e a utilizzaro per manipolare persone, eventi e nazioni.
LA-TRIADE-ERMETICA-II
20/06/2018 18:44:01

https://www.thexplan.net/article/372/LA-TRIADE-ERMETICA-II/It
ARTICOLI CORRELATI
-VERITA-O-MENZOGNASUL-PIANETA-X--2°-Convegno-Nexus-Abano-Terme-(PD)-26-27-10-2002
'VERITA' O MENZOGNA...SUL PIANETA X' - 2° Convegno Nexus, Abano Terme (PD) 26-27 / 10 / 2002
(RUBRICHE / EVENTI)
-SVELATO-IL-MISTERIOSO-POTERE-DELLE-PIRAMIDI--IL-PRIMO-LIBRO-DI-ALESSANDRO-LEONARDI
'SVELATO IL MISTERIOSO POTERE DELLE PIRAMIDI' , IL PRIMO LIBRO DI ALESSANDRO LEONARDI
(RUBRICHE / EVENTI)
TREIA
TREIA
(INDAGINI / IN ITALIA)
Commenti
Nome
E-Mail
Testo