www.theXplan.net
OLTRE LA VERITA' UFFICIALE

Non vi chiediamo di credere, ma di riflettere

ANNO XIX




Live Channel
thexgates.com
E' un nuovo progetto del Gruppo The X-Plan
Alert
La Commissione 31.10.2020
X-ZONE/X-plan
DONA IL 5x1000, AIUTA LA RICERCA
dona il 5x1000

Il controllo della mente I

Parte Prima

Il-controllo-della-mente-I
Diego Antolini

PREFAZIONE

Di tutte le fonti che trattano l'argomento, e di tutti i volumi da me esaminati, l'autore che, a mio avviso, più di tutti è riuscito a fornire un quadro preciso e convincente della situazione in cui ci troviamo è David Icke, ex-giornalista della CNN, ora studioso di storia segreta e cospirazioni. Egli presenta le sue indagini con un ordine e una chiarezza che difficilmente sono riscontrabili altrove. La differenza sta nel fatto che l'impostazione data ai suoi scritti (un linguaggio comprensibile per la maggior parte delle persone, tesi dirette e direttamente dimostrate alla luce di dati chiari e circostanziati) è dotata di ordine e coerenza logica, che rende consapevoli del percorso di ricerca seguito dall'autore. C'è semmai da dubitare del fatto che, nonostante le rivelazioni che da anni compaiono nelle sue opere (e nelle conferenze che tiene in tutto il mondo) Icke non venga 'addomesticato' dai soggetti direttamente coinvolti (che, ricordiamo, appartengono soprattutto al mondo politico e militare internazionale), e possa sempre liberamente esprimere le proprie tesi.

Il controllo mentale è una tecnica antichissima, conosciuta e praticata da migliaia di anni; è finalizzata a trasformare gli esseri umani in automi privi di volontà e di intelletto, che poi vengono utilizzati per compiere assassinii, stragi, violenze di ogni genere, ma anche come 'agenti provocatori'.
Secondo Springmeier e Wheeler (autori del libro 'The Illuminati Opera') queste tecniche risalirebbero addirittura all'Antico Egitto e a Babilonia, e poi vennero acquisite e sviluppate in Occidente da famiglie tedesche, scozzesi, italiane ed inglesi:

"...E' noto che i nazisti studiarono antichi testi egizi per le loro ricerche sul controllo mentale. I documenti e i segreti che queste famiglie si tramandano...sono del tutto inaccessibili."

La manipolazione della mente assume molteplici forme, di maggiore o minore intensità, a seconda degli scopi per i quali viene utilizzata. Icke traccia una genealogia dei complessi che negli anni sono stati finanziati (e lo sono tutt'ora) per progettare tecniche di controllo sempre più precise:

"...La nascita degli attuali molteplici centri di controllo mentale si può far risalire alla Direzione della sezione guerra psicologica dell'esercito britannico, comandata dal generale di brigata John Rawlings Rees. Questa strittura era legata alla clinica Tavistock, fondata nel 1920 col diretto sostegno della famiglia reale britannica...In seguito nacque a Londra l'Istituto Tavistock per le relazioni umane..."

Il generale Rees studiò, nel corso della prima guerra mondiale, le 'nevrosi da guerra' (forma di nevrosi traumatica a seguito di episodi bellici), e capì che in determinate condizioni i soggetti affetti da queste nevrosi potevano essere manipolati e controllati.
Nel 1945 venne pubblicato il suo libro ('The Shaping Of Psychiatry By War'), nel quale egli sosteneva l'esistenza, all'interno della popolazione, di un 'decimo psicopatico': individui geneticamente stupidi che dovevano essere controllati perchè portatori di un pericolo per la società civilizzata. Rees individuò anche un altro 'decimo'

"...che, per la sua superiorità genetica e il suo addestramento psicologico, era adatto ad occupare posizioni di potere..."

Il restante 80% della popolazione, situato all'interno dei due estremi, poteva servire al 'decimo' elitario, a patto di essere totalmente controllato. Il progetto del generale Rees era quello di un controllo psichiatrico a tutti i livelli della società: scuola, casa, lavoro (e in questo non possiamo non rilevare l'influsso che deve aver dato Nietzsche a questa concezione, dello scienziato-fisico-manipolatore delle masse, necessario per l' 'educazione' del 'gregge degli imbecilli').
Rawlings Rees organizzò, all'interno del gruppo Tavistock, un reparto speciale di 'truppe shock':

"...psichiatri che fungevano da consiglieri nell'ambito dell'amministrazione degli affari, in quella militare, politica, scolastica. Il loro compito era, ed è, formare il modo in cui la gente pensa nei settori della scuola, della politica e degli affari, e quindi controllare l'andamento del mondo..."

Nel 1947 Rees fondò la Federazione mondiale di salute mentale, insieme al governatore della Banca d'Inghilterra Montegu Norman. Di riflesso, nacquero in tutto il mondo organizzazioni dello stesso tipo. Uomini mentalmente controllati vennero posti a capo di paesi del Terzo Mondo. Il dott. Fred Wills rivelò che a quel tempo le Nazioni Unite stavano portando avanti un programma di lavaggio del cervello continuo nei confronti dei capi dei paesi in via di sviluppo (lo stesso vale per i capi dei paesi industrializzati, le cui menti vengono manipolate prima che possano ricoprire incarichi determinanti). Non solo,

"...Dietro la cultura della droga e il movimento hippie degli anni sessanta...c'era proprio il Tavistock...che controllò i sostenitori della filosofia 'sintonizzati e abbandona tutto il resto'..."

E' del 1961 il discorso tenuto da Aldous Huxley ad una conferenza presso la Scuola Medica di S.Francisco, dove in pratica rivelò i pini e i fini dell'attività dei centri di controllo mentale:

"La prossima generazione...conoscerà un metodo farmacologico in grado di far amare alle persone la propria condizione di soggezione...Produrre una sorta di campo di concentramento...per intere società, in modo che la gente sarà privata delle proprie libertà, ma sarà felice di ciò, perchè sarà dissuasa da ogni desiderio di ribellarsi...attraverso il lavaggio del cervello...indotto da metodi farmacologici. E questa sembra essere la rivoluzione finale."

Lopera di Rawlings Rees venne in seguito continuata da altri membri dell'Istituto Tavistock, come il dott. Kurt Lewin, e le tecniche per il controllo mentale si fecero via via più precise e sofisticate, tanto da essere giunte, oggi, ad un livello in grado di rendere i soggetti controllati del tutto simili a robot. I 'gruppi terroristici' (creati dal Tavistock) vengono utilizzati come 'agenti destabilizzanti' della pace e dell'ordine di un paese che si intende far crollare, in modo da poterlo poi 'ricostruire' secondo piani prestabiliti.
Negli anni '50 il generale Frank Kitson fu a capo di un progetto di controllo mentale ideato dal Tavistock. Attraverso tecniche di manipolazione e tortura perpetrati a danno dei prigionieri di guerra in Kenya, vennero creati dei veri e propri 'automi', che vennero poi rilasciati affinchè potessero infiltrarsi all'interno dei gruppi ostili al controllo britannico, in modo da distruggerli dall'interno; altri vennero impiegati in una lotta fratricida contro i kenyani.
Lo stesso metodo venne impiegato in Algeria, Rwanda, Burundi, Congo, e tutt'ora è attivo. Il progetto più ambizioso è stato lanciato negli anni '80, ed è finalizzato a programmare la psiche collettiva ad accettare il Governo Mondiale:

"...Nel 1991 il giornale del Tavistock, Human Relations, parlò del progetto di governo mondiale...il giornale proponeva una riforma delle Nazioni Unite che avrebbero dovuto cedere tutte le operazioni a una rete...di 'organizzazioni non governative'...
Queste avrebbero operato al di là dei confini nazionali e non sarebbero state soggette ad alcun controllo da parte dei governi eletti
..."

Dopo la seconda guerra mondiale la Confraternita cambiò tecnica: non puntò più al controllo della proprietà ma al controllo della mente. Questo offriva il vantaggio che individuare e ostacolare l'occupazione delle menti era molto più difficile che ostacolare l'espropriazione delle terre. Lo stesso Curchill, durante una conferenza alla Harvard University nel 1943, disse che gli imperi del futuro sarebbero stati gli imperi della mente.
Terreno fertile per le tecniche di manipolazione della mente fu il fascismo in Italia e il nazismo in Germania, dove operò il tristemente noto Josef Mengele, 'l'angelo della morte', che condusse atroci esperimenti su migliaia di prigionieri nei lager, sotto la supervisione di Heinrich Himmler (fondatore e capo delle SS).

Josef Mengele
Nel campo di concentramento di Auschwitz Mengele effettuò una serie di esperimenti di controllo mentale. I superstiti di quei giorni ricordano l'uniforme e gli stivali lucidi del medico, durante le sedute di programmazione, il suo accento tedesco marcato, lo spazio vistoso tra gli incisivi, e l'abitudine di conficcarsi il pollice nel palmo delle mani. Mengele si serviva frequentemente dei cani da pastore tedeschi per spaventare i bambini, e facilitare la programmazione mentale nei loro confronti.
Prima dell'arrivo degli alleati in Germania, i governi USA e Britannico lanciarono il Paperclip Project, coordinato dai fratelli Dulles (cugini dei Rockefeller) il cui obiettivo era quello di 'deportare' l'elite medica, scientifica e militare nazista fuori della Germania, cioè di farla fuggire. Mengele scomparve da Auschwitz nel gennaio del 1945, e all'opinione pubblica venne detto che era fuggito in sud america. In realtà egli faceva parte dell'Istituto Tavistock, per conto del quale continuò i suoi esperimenti in tutto il mondo, collaborando congiuntamente con USA e Inghilterra (sotto il nome di Dott. Green o Greenbaum). I documenti ufficiali sugli studi di Mengele vennero occultati, e sono tutt'ora segreti (depositati presso la Suitland Annex di Washington DC); altri vennero distrutti.

L'Aeronautica Militare degli Stati Uniti utilizza trasmissioni aeree per il controllo mentale, ed ha come obiettivi sia civili che militari: i primi, per condizionarne le decisioni, ad esempio, durante le elezioni politiche; i secondi, a scopo bellico. Questo metodo è stato usato nel 1991 durante la Guerra del Golfo (nell'ambito dell'operazione Desert Storm).
Nel 1998 Bob Fletcher produsse un video dal titolo 'Exotic Weapons of Mass Control' : così Alex Horvat, redattore di The Probe, lo racconta:

"...L'estratto che appare sul video di Fletcher...afferma chiaramente che il Commando Solo venne usato ad Haiti per quella che fu denominata Operazione Uphold Democracy [sostegno della democrazia]. Poichè la popolazione nel suo complesso era violentemente ostile ad Aristide e per lo più favorevole al suo rivale, ci volle circa un anno di questa contro-programmazione clandestina per far si che essa cambiasse idea...Invece di massacrare una popolazione fisicamente ora possiamo manipolarla mentalmente, schiavizzando virtualmente i loro pensieri con uno schema incrociato di voli di un EC-130..."

Lo stesso video informa che la stessa tecnica venne applicata in Bosnia per una settimana, nel periodo delle elezioni del 1995, durante l'Operazione Joint Guard.
Gli aerei del EC-130 Commando Solo hanno partecipato alle seguenti operazioni (almeno ufficialmente):

Operazione Urgent Fury (Grenada 1983 e 1985)
Operazione Just Cause (Panama 1989)
Operazione Desert Shield (Kuwait, Iraq 1990)
Operazione Desert Storm (Arabia Saudita, Turchia, Iraq 1991)
Operazione Uphold Democracy (Haiti, 1994-1995)
Operazione Joint Guard (con l'ONU in Bosnia-Erzegovina 1995)
Operazione Desert Thunder (con l'ONU in Iraq)
Operazione Desert Fox (Iraq 1998)

Il passo successivo è quello del controlo mentale via satellite. Si condurrebbero guerre 'satellitari' tra nazioni, manipolando la mente della popolazione, oppure agendo su obiettivi militari. Un rapporto del 1990 proveniente dalla Bosnia-Erzegovina parla di quasi 3000 civili ricoverati negli ospedali per problemi alla pelle e ai polmoni, che i dottori non riuscivano a classificare.

Scrive Judy Wall, direttore di Resonance:

"...La consapevolezza dell'esistenza di tecnologia per il controlo mentale e, di conseguenza, i pericoli e la possibilità di abusi...sembra essere più sentita in Europa che in altre aree. Il Parlamento Europeo ha recentemente approvato una 'Risoluzione su ambiente, sicurezza e politica estera'. Questo documento comprende i seguenti articoli:
23. Invita l'Unione Europea a fare in modo che la nuova tecnologia delle armi 'non-letali' e lo sviluppo di nuove strategie belliche siano anch'esse...regolate da convenzioni internazionali...
27.Richiede una convenzione internazionale che introduca un bando globale di tutti gli sviluppi espiegamenti di armi che possano consentire qualsiasi forma di manipolazione di esseri umani
..."

Gli Stati Uniti continuano ad ignorare queste risoluzioni. A cosa mirano tutti queste 'Operazioni Psicologiche' (nella denominazione ufficiale)?
In un opuscolo informativo dell'USAF (United States Air Force), nel capitolo riguardante i velivoli EC-130 e il Commando Solo, si legge:

"...Nel 1990 l'EC-130 è entrato a far parte del Comando Operazioni Speciali di recente formazione nell'Aeronautica Militare e da allora è stato designato Commando Solo, senza variazioni di missione. Questo velivolo unico nel suo genere sta costantemente ampliando le sue possibilità e nei prossimi anni si dovrebbero vedere continui moglioramenti dell'EC-130 edella sua attività a livello mondiale."

Provate a capire il vero significato di questa conclusione, non è difficile.

17/03/2016 16:18:40

https://www.thexplan.net/article/185/Il-controllo-della-mente-I/It
ARTICOLI CORRELATI
PROGETTO-SERPO-346
PROGETTO SERPO #34.6
(ARCHIVI / PROJECT SERPO)
Il-controllo-della-mente-II
Il controllo della mente II
(X-ZONE / X-PLAN)
Commenti
Nome
E-Mail
Testo