www.theXplan.net OLTRE LA VERITA' UFFICIALE

Non vi chiediamo di credere, ma di riflettere

ANNO XV


VALMALENCO FILES
NEOBATRI E LA VALMALENCO
31.05.2018
TXP 3.0
E' online la nuova versione del sito ufficiale del Gruppo The X-Plan, con un nuovo layout e box tematici per una lettura più immediata ed efficace. Ogni articolo presenta una foto di anteprima e una descrizione testuale. Rimangono i colori ufficiali del Gruppo e il Pianeta X, che dal 2003 ci accompagna nel nostro lavoro di ricerca. Buona navigazione.

La Commissione



RUBRICHE/Interviste

INTERVISTA A MARIA MORGANTI E LUCIANO GASPARINI (ASSOCIAZIONE "LACORONA") IN ESCLUSIVA PER THEXPLAN

La Commissione

Maria Morganti è la fondatrice, nel 1992, dell'Associazione "La Corona" (TV), organismo che si occupa della pubblicazione e divulgazione dei messaggi che Maria Morganti riceve da entità extraterrestri. Maria, dopo anni di contatti con queste entità, ha deciso di dedicare la propria vita alla divulgazione di questo "materiale spirituale".
Maria Morganti è stata la prima al mondo ad aver rivelato che sul pianeta Giove esiste la vita, e su Marte vi è presenza d'acqua. Insegna inoltre bioterapia applicata alla psicotronica e alla biogeomagnetica, qualifica riconosciutale dall'Istituto Scientifico di Ricerca e Applicazione Energia Bio-Radiante di Milano.
Nella sua ultima pubblicazione, Le Sezioni Binarie del VII Parallelo (Anima Edizioni - 2006), Maria riassume anni e anni di contatti telepatici che gettano una nuova luce sul nostro pianeta, sul suo futuro e sul destino dell'umanità.

Luciano Gasparini è vice presidente dell'Associazione "La Corona", collabora con Maria Morganti da più di dieci anni. Maestro della disciplina marziale coreana del Tae Kwon Do, Gasparini si è specializzato nel tempo nella Bioterapeutica e nella ricerca della simbologia cerchiana. In collaborazione con Maria Morganti ha pubblicato I Corpi di Luce (Anima Edizioni, 2006), volume nel quale viene presentata una puntuale e inedita decodifica della simbologia dei Crop-Circle.
Da circa due anni si occupa attivamente di fornire materiale al sito ufficiale dell'Associazione (www.lacorona.org), avendo accolto positivamente il canale internet come un mezzo importante per l'informazione, la divulgazione, e la partnership.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

1) CHI E' MARIA MORGANTI? CHI E' LUCIANO GASPARINI?

M.M. - Sono la presidentessa dell’Associazione socio culturale “La Corona”, costituita nel 1992, a Mogliano Veneto (TV).
Sono maestra bioterapeuta con applicazione della psicotronica e biogeomagnetica, attestata dall’Istituto Scientifico di ricerca ed applicazione bioradiante di Milano, fondato dal prof.A.Zanatta e all’International Institute Of Biophysics e V. IIB in Germania.
Nella mia esperienza maturata in campo bioterapeutico, ho elaborato una serie di percorsi che durante l’attività associativa vengono messi a disposizione dei partecipanti mediante taluni corsi, ognuno dei quali rappresenta un punto di arrivo per giungere alla meta: la scoperta di se stessi, dei propri talenti, e soprattutto della bellezza insita nella appartenenza al genere umano.
La storia dell’uomo è racchiusa in noi stessi, ed ognuno percorrendo, passo dopo passo, un antico tracciato ritrova ed unisce tanti tasselli dimenticati. Ad esempio, l’applicazione del corso sulla retrocessione, viaggio a ritroso nelle nostre vite precedenti senza l’ausilio dell’ipnosi, che è stato il primo passo proposto e sperimentato nel 1993.
Proprio per aver tenuto questo corso, unico in Italia, fui invitata a partecipare al Maurizio Costanzo Show; durante questi anni inoltre, ho divulgato, e divulgo ancora oggi tramite i canali televisivi mass-mediatici, svariati argomenti, sempre supportati da valide documentazioni.

L.G. - Sono vicepresidente dell’Associazione “La Corona”, e collaboro con Maria da oltre dieci anni. Sono insegnante di una disciplina marziale, coreana, il Tae Kwon Do, della quale sviluppo alcuni aspetti pratici e di metodologici, che mi consentono di applicare dei metodi meditativi per uno sviluppo psico-fisico.
In questi ultimi anni mi sono dedicato alla ricerca della Simbologia Cerchiana, (ossia quella di cui sono latori i Crop Circles), interpretando il mistero di questo grande linguaggio trasmesso dai Cerchi nel Grano; tale ricerca mi ha portato a decodificare una nuova chiave di lettura, che mi auguro venga compresa dalla maggioranza delle persone.

2) QUANDO E' INIZIATO IL PRIMO CONTATTO?

M.M. – Prima ancora di riuscire a spiegare come iniziai a sentire questi collegamenti mentali che provengono dall’esterno e si uniscono ai miei emisferi cerebrali, creando una luce e un movimento sferico, a secondo dell’entità che si presenta, devo rammentare che già da bambina, intorno ai sette anni, vedevo nelle persone un alone di luce che avvolgeva il loro corpo.
Ma non sapevo cosa potesse essere, perché per me questo era un fatto normale.
E così mi aspettavo delle risposte simili anche dalle mie coetanee, ma non le ricevetti mai.
Molto più avanti nel tempo, scoprii che avevo acquisito la facoltà di poter osservare la forma della nostra aura.
Il mio primo contatto telepatico, ossia quando per la prima volta fui contattata, è avvenuto all’età di 16 anni. Si presentò una grande luce, sempre attraverso i miei emisferi cerebrali, ed una figura armoniosa con fattezze umane ed una voce dolce.
Mentre si muoveva, sembrava telepaticamente, che le onde esterne formassero attraverso la sua voce, dei campi elettromagnetici, vibrazioni, suoni e colori indescrivibili.
Questa Creatura di Luce si chiama Emanuele, il mio Spirito Guida.
La dolcezza di Emanuele mi fece capire ciò che mi era successo negli anni trascorsi; così decisi di scrivere molte cose, e con il tempo portarle a conoscenza alle persone, (anche se decisamente ognuno rimane con la propria opinione, sapendo che il contattismo è difficile a credersi, oppure il più delle volte è poco accettato).
Non ho mai modificato alcuno aspetto della forma dialogica, anche se molte volte, gli argomenti mi sembravano un po’ strani.
Preferisco restare nell’anonimato, e dire le cose come stanno; non ritengo di avere la verità in tasca, ma la situazione è proprio così.
È una mia regola di vita essere accettata per quello che dico, non per quello che potrebbe essere detto in modo forse più comprensibile ed assimilabile; non scendo mai a compromessi.

3) CHI SONO E DA DOVE VENGONO GLI ESSERI CON CUI COMUNICA?

M.M. – Essi sono i Meridiani ed i Zetaniani.
Provengono dalla Stella Zeta, nella cintura di Orione, Sirio, Cassiopea e Andromeda.
Inizialmente mi contattavano da Andromeda ed era il 3° nucleo diretto dal meridiano Urnionice 3°, offrendomi spiegazioni basate sulla nascita dell’Universo ed i pianeti.
La loro provenienza per me non ha alcuna importanza, l’importanza è che abbiamo dei “vicini di casa” e che possiamo comunicare con tutti.
Per me, questa è una cosa semplice, naturale, che potrebbero capitare anche dietro l’angolo di casa mia.
I loro nomi sono: Urnionice 3° che gli è succeduto Neuronice, Rhaam, Ampetrusius, Atino e il zetaniano Orus.
Queste creature di mondi lontani si definiscono i guardiani del nostro sonno.
Sono 450 razze, si sono formate dalle molecole e dalle cellule trasportate dai venti, quando ancora l’Universo non era completo.
Il loro aspetto veniva plasmato, a seconda del tempo in cui rimanevano esposti ai soli e ai venti, all’interno di varie meteore, pianeti e materiale cosmico.
Sono ibridi di territorio, evolutisi in diverse forme e con svariate altezze durante i secoli: essi non sono più un mistero per l’uomo.
Possiedono una testa più o meno ovoidale, mentre il cranio e la fronte, anteriormente e posteriormente, sono sporgenti.
Non hanno palpebre; gli occhi sono senza iride, ed in essi scorrono i canalini di energia in movimento, il naso è disuguale, ma la caratteristica delle narici di tali creature si differenzia molto poco tra di loro.
La bocca è formata e ornata da piccole scagliuzze di pelle.
Le orecchie variano da soggetto a soggetto, io le ho viste molto attaccate e lunghe alla parete del volto, prive di padiglione auricolare.
Il collo stesso, e l’insieme del corpo posseggono un aspetto ceruleo simile alle nostre candele; questo sorta di supporto è così strutturato per tutto il loro organismo e se, apparentemente, potrebbe sembrare esile, possiede in realtà una certa robustezza.
Non ho notato legamenti, come le nostre ossa sulle dita delle mani, ma ho notato che la loro copertura è trasparente, lasciando intravedere membrane, cartilagini e nervature.
Le assi principali di sostegno del loro corpo sono del colore, mi ripeto, della nostra cera.
Le loro “soffiate cosmiche” mi hanno fatto capire molte cose.
Nel 2001, su indicazione di Neuronice e Rhaam, dovevamo recarci in Messico, perché lì avremmo visto qualcosa che avrebbe potuto aprire il cuore della gente.
Questo spostamento fu possibile nel settembre 2003; avendo sempre molta fiducia nelle loro rivelazioni, ed essendo stati anche fortunati, abbiamo potuto vedere e registrare per oltre 35 minuti alcuni Corpi di Luce, ossia una piccola parte della “Grande Universale”.
Eravamo tutti increduli; Luciano Gasparini era molto emozionato, come anche una guida ed una biologa che si trovavano con noi.
Altra soffiata, questa volta in Egitto.
Anche qui cose strabilianti, notizie incredibili e su questo materiale ci stiamo molto lavorando.
Non siamo egittologi, ne astrofisici, bensì ricercatori, che esplorano all’interno di se stessi, quelle informazioni perdute nel tempo.
Questi due filmati, registrati da Luciano Gasparini, ci hanno dato credibilità, sono stati periziati e dichiarati autentici, nonché divulgati nelle principali reti televisive nazionali.
Questa è la prova visibile che non siamo da soli nell’Universo e, mediante questi due meravigliosi documenti, le persone hanno conosciuto La Corona.
Tornando a queste creature, esse sono belle nella propria interiorità, anche se non hanno un’anima, e vivono mille anni terrestri.
Tutte queste documentazioni le troverete nella pubblicazione dal titolo “Le Sezioni Binarie del 7° Parallelo” edito dalle Edizioni Anima di Milano, frutto di canalizzazioni di tanti anni.

L.G. - Un altro aspetto importante, è che quello che noi vediamo e che oggi viene associato a livello scientifico, agli UFO, (o agli OVNI se parliamo in Italia), che in realtà sono le strutture con le quali loro si danno una forma, perché noi li si possa percepire.
Per esemplificare questo concetto, a noi hanno fatto l' esempio della tartaruga: si può notare la copertura esterna mentre all’interno c’è l’essere che è parte dell'involucro stesso.
Questo esempio è calzante per poterci far comprendere il loro stato energetico all’interno della nostra atmosfera.
Perciò, quella struttura che noi vediamo, che sembra metallica o comunque che sembra di quello stato, in realtà è parte integrante dell'essenza che sta all'interno.

4) COSA NE PENSA DELL'ANIMA MARIA MORGANTI? E COSA NE PENSANO DELL'ANIMA, QUESTE ENTITA'?

M.M. – L’anima è una grande Cellula, la parte principale che viene dopo lo Spirito, è quello che ci ricorda di essere stati creati da un Divino, ed essa è parte integrante di questo nostro corpo materiale.
L’anima progredisce oppure fa un passo indietro a seconda dei nostri pensieri e delle nostre azioni.
Le creature di mondi lontani non hanno un’anima, e si chiedono come mai noi che siamo figli del Grande Costruttore non ci rediamo conto che questa energia, cioè l’anima, ci identifica, e ci differenzia, da tutte le altre creature del cosmo.

5) I SUOI CONTATTI AVVENGONO PREVALENTEMENTE IN SOGNO, IN TRANCE O IN STATO DI COSCIENZA?

M.M. - In qualsiasi momento.
Neuronice e gli altri, sono molto corretti, la mia mente in quel momento ha dei bagliori che provengono dall’esterno, io capisco che c’è qualcosa che devo sentire e vedere.
Allora, inizialmente mi avvertivano che al più presto dovevano comunicarmi qualcosa di importante.
La mia risposta era:” Ora non posso, ma farò del mio meglio per sentirvi quanto prima”.
Avverto il mio gruppo e registriamo e se le informazioni sono importanti le divulghiamo attraverso i mezzi di comunicazione.
Dunque il più delle volte sono seduta ed in perfetto stato di veglia.

6) I MESSAGGI CHE LE MANDANO SONO PREMONITORI, DESCRIVONO SITUAZIONI DEL PASSATO O DEL PRESENTE? QUALCHE ESEMPIO...

M.M. - Si, sono premonitori ma descrivono anche delle cose del passato per mostrarne la coerenza, di ciò che è stato e di ciò che avviene.
Sinceramente l’ultimo che avevo avuto un anno fa era quello, a Settembre, dove mi avevano detto dello Tsunami dello Sri Lanka e dell’ Indonesia.
Io non ho voluto divulgarlo perché non me la sentivo di farlo, proprio perché si trattava di una catastrofe così spaventosa.
Mi spaventai ed ebbi un flash, ma la mia speranza era che tutto questo non sarebbe mai accaduto.
Tuttavia ne avevo parlato ad una giornalista di TelePadania.
La giornalista mi aveva chiesto un consiglio su un viaggio che doveva fare in quelle terre.
Io le risposi che presto quel paese sarebbe stato sommerso e tolto dalla carta geografica, ribadendo la speranza che mi sbagliassi.
A Dicembre, invece, quando la giornalista ha visto il disastro, ha telefonato al dott. Lissoni, e gli ha detto: “Guarda che ciò che sta avvenendo, Maria me l’aveva predetto”, aggiungendo che però non lo avrebbe divulgato.
Dopo un anno, ho avuto il coraggio di scriverlo sulle canalizzazioni.

L.G. - Vorrei aggiungere una cosa a questo proposito.
Sul nostro sito www.lacorona.org, nella sezione “Divulgazione”, abbiamo realizzato un lavoro molto accurato, sin da quando noi pubblicammo in proprio il primo lavoro basato sulle canalizzazioni dal titolo “Gli Strumenti dell’Energia Primaria”.
In tale sezione potrete vedere decine e decine di riferimenti, casi, e fatti con le varie conferme accadute.
Mi sembra doveroso sottolineare questo aspetto perché abbiamo impiegato, ed impieghiamo tuttora, veramente molto tempo per schedare tutte le informazioni ricevute, e che si sono puntualmente rivelate esatte.
Il sito Internet ci è stato, e ci è di molto aiuto perché abbiamo potuto così agevolarne la divulgazione.

7) LA RAGIONE O LE RAGIONI DI QUESTI CONTATTI. PERCHE' LEI?

M.M. - Loro lo fanno con molte persone, ma l’area, diciamo, del pianeta si è un po’ ristretta.
Evidentemente di queste tematiche io non ho studi specifici.
È una mia scelta, non aggiornarmi perché non voglio essere suggestionata dalle informazioni che poi ricevo da queste creature.
Quello che io ricevo gratuitamente, gratuitamente lo do.
Penso che abbiano deciso di collaborare con me per il semplice fatto che nel tempo ho sempre dimostrato di divulgare esattamente ciò che mi dicono, essendo certa e ben convinta che l’esistenza di questi esseri apporta da sempre un notevole aiuto al genere umano.

L.G. - Per me la cosa è leggermente diversa.
Io "ricevo" a livello visivo, e non mediante comunicazioni telepatiche.
Tutto ciò, associato alle discipline che pratico, hanno, diciamo, completato la mia formazione, fino a che un giorno questi esseri mi chiesero, tramite Maria, se io ero disponibile a fare un certo tipo di scuola.
Io all’inizio ero un po’ titubante, non conoscendo la metodologia che avrebbero usato, ma poi con il tempo sono riuscito a fare chiarezza in me stesso.
Questi miei contatti avvengono spesso durante la mattinata, prevalentemente nelle prime ore, ma con il tempo tutto ciò può accadere anche in diversi momenti della giornata.
Se c’è qualcosa da sviluppare, ricevo delle immagini.
Tutto questo lavoro dei Cerchi nel Grano è stata una cosa abbastanza intensa.
Ma in quel periodo avevo imparato che tipo di energia mi si avvicinava, avevo imparato a riconoscere un po’ la forma, un po’ le vibrazioni, e, ad un certo punto, a livello di terzo occhio, questa luce, “questa apertura”, si è sviluppata.
Naturalmente non è che sia successo tutto dall’oggi al domani, ma con il tempo mi hanno mostrato la metodologia da seguire in relazione a quello che stiamo sviluppando, soprattutto riguardo i Cerchi nel Grano, facendomi così comprendere le loro forme, e la vitalità che essi esprimono.
Quindi, è proprio a livello di visualizzazione, che queste entità mi fanno vedere le forme nella loro integrità, nel loro movimento, ossia proprio la vitalità di certi organismi.
La prima volta per quanto riguarda i Cerchi nel Grano, credo sia stata un paio di anni fa, più o meno.
Inoltre devo aggiungere che per quanto mi riguarda, la scuola nei miei confronti è radicalmente cambiata al ritorno dalla nostra esperienza in Messico.
Questo contatto con i Corpi di Luce, personalmente, mi ha risvegliato.

8) COSA CONSIGLIA ALL'UOMO DI OGGI?

M.M. - E’ un po’ difficile dare questo consiglio perché nessuno è perfetto.
La cosa principale però sarebbe che l’uomo, quando ha finito di fare le sue cose, riuscisse a prendere dello spazio per lui, per imparare a dialogare con se stesso.
Perché manca non solo il dialogo tra noi, ma anche con noi stessi.
E dovrebbe inoltre alzare gli occhi al cielo ogni tanto, e vedere che noi siamo parte della formazione di quella grande energia che è Dio.

9) COSA NE PENSA DEL FENOMENO UFO?

M.M. – Passerei la domanda a Luciano Gasparini.

L.G. - Io mi collego ad una domanda di sintesi; che poi, a nostro giudizio, è da semplificare al massimo, sotto questo aspetto.
Ossia, tantissimi ricercatori, ed ufologi, anche di fama internazionale, ci fanno spesso una domanda: “Come mai noi che li studiamo, non li vediamo?”.
E questa è una domanda molto riflessiva e naturale.
Maria, con molta delicatezza, ha detto a qualcuno di loro: “Probabilmente, dato che neanche noi abbiamo la verità in tasca, possiamo supporre, che, queste creature, sentendosi sezionate, analizzate, osservate, non abbiano molta voglia di farsi vedere”.
Se io vi invitassi domani a casa nostra e poi cominciassi ad analizzarvi, a sezionarvi, a costruire nella mia interiorità progetti su di voi, io penso che voi, al di là della vostra evoluzione, non tornereste più.
Questo è un aspetto che va, a livello globale, e dico globale, preso in seria considerazione.
Perciò, in realtà noi non ci siamo mai chiesti nulla, da quando abbiamo iniziato, attraverso le indicazioni che Maria riceve, a viaggiare in vari luoghi del pianeta.
Per noi avere questi contatti è un regalo; non per noi, perché ci siamo presi la responsabilità di portare alle persone, come dice Maria, gratuitamente, quello che abbiamo ricevuto.
E’ un percorso, il nostro, nel senso che è una "missione" sotto questo punto di vista.
Perciò se in realtà noi ci proponessimo con amore e con rispetto verso queste creature, io credo che loro sarebbero contenti di mostrarsi a tutti.
Perciò, se noi tecnicamente ci colleghiamo alle forme UFO, pensando alla denominazione americana che è stata data, o OVNI in italiano, o comunque a questo qualcosa di non bene identificato, in realtà oggi, attraverso le migliaia di esperienze raccontate e documentate, si dovrebbe cominciare a parlare di IFO [Identified Flying Objects] e non più di UFO [Unidentified Flying Obeìjects], perché abbiamo bene identificato che cosa sono.
Da sempre l’uomo interagisce con questi amici di un mondo lontano, con queste intelligenze di forma diversa, di sostanza diversa.
Ci ribadiscono con frequenza che la nostra forma è unica e che non siamo soli nell’Universo.
E tutto questo ci porta ad un altro aspetto: il Dio vivente.
Loro sono stati molto vicini ad esso, e ci dicono che è di una grandezza, di un’onnipotenza, che a volte fanno fatica a trovare le parole per spiegarcelo.
Lo spostamento di queste creature in realtà avviene alla velocità del pensiero;
dove loro pensano di essere, lì sono.
La loro grande possibilità è data da questa fantastica capacità di spostamento che a loro è possibile grazie alle capacità diciamo "mentali" che possiedono.

10) COME "SENTE" IL PROSSIMO FUTURO?

M.M. - Io sono una persona molto ottimista e credo che quando l’uomo avrà provato dei disagi, anche in forma fisica, e sentirà che qualcosa gli è venuto a mancare, comincerà a guardarsi all’indietro, quando stava peggio ma in realtà stava meglio.
A quel punto, poiché io sono molto ottimista, credo che le cose cambieranno, perché l’uomo prenderà coscienza che veramente dobbiamo fare qualcosa per il futuro di tutte le giovani creature, che sono il patrimonio del pianeta Terra e dell’Universo.
Siamo ancora in un periodo di transito.
Il peggio deve arrivare, e quando avremo toccato il fondo, piano, piano, risaliremo.
Comunque io non vedo una situazione così critica.
L’uomo prenderà coscienza di sé perché la razza umana non si estinguerà mai!

11/03/2016 17:08:58

http://www.thexplan.net/article/62/INTERVISTAAMARIAMORGANTIELUCIANOGASPARINI(ASSOCIAZIONELACORONA)INESCLUSIVAPERTHEXPLAN/It
ARTICOLI CORRELATI
MILLENNIUM: ROBERT BAUVAL INAUGURA LA MOSTRA
(RUBRICHE / EVENTI)
PROGETTO SERPO #1.0
(X-ZONE / X-PLAN)
PROGETTO SERPO #26.5
(X-ZONE / X-PLAN)
Commenti
Nome
E-Mail
Testo