www.theXplan.net OLTRE LA VERITA' UFFICIALE

Non vi chiediamo di credere, ma di riflettere

ANNO XV


31.05.2018
TXP 3.0
E' online la nuova versione del sito ufficiale del Gruppo The X-Plan, con un nuovo layout e box tematici per una lettura più immediata ed efficace. Ogni articolo presenta una foto di anteprima e una descrizione testuale. Rimangono i colori ufficiali del Gruppo e il Pianeta X, che dal 2003 ci accompagna nel nostro lavoro di ricerca. Buona navigazione.

La Commissione



RUBRICHE/Eventi

L'ENIGMA DEI CERCHI NEL GRANO - PARTE III

La Commissione

MAPPE E STATISTICHE



Da una prima analisi (1 e 2) vediamo come nel solo Regno Unito si sono verificati più casi che in tutto il resto del Mondo (2894 contro i 2281), tra i quali 1196 in Europa, 683 nel Nord America, 230 in Australia,…



Guardando all' Europa (3), è ancora più impressionante la statistica del Regno Unito. In ordine decrescente (per numero di segnalazioni), ci sono: Germania 351, Olanda 340 (anche questo impressionante se consideriamo le dimensioni della nazione olandese), Repubblica.Ceca 187 e Italia 86.



Nel nostro paese (4) vediamo come gli 86 Crop Circle sono distribuiti principalmente al centro e al nord con concentrazioni presso i grandi centri abitati quali Milano, Pordenone, Torino, Pisa e Marche. Casi sporadici anche in Sardegna e solamente due segnalazioni in Puglia.



Da questo grafico (5) capiamo invece come si è sviluppato in questi ultimi 30 anni il caso crop in Italia: vediamo un andamento irregolare con una punta di 30 casi nel 2003 (forse conseguenza dell'uscita di "Signs", il film sui Crop Circle del regista indiano M. Night Shyamalan.



In questo grafico invece (6) viene messo a confronto il fenomeno in Inghilterra ed in particolare la regione del Wiltshire con il resto del mondo. In questi ultimi 30 anni l’Inghilterra è stata caratterizzata da un andamento crescente più o meno regolare, mentre per il resto del mondo notiamo un "salto" percentuale a partire dagli anni '90.
Da notare che nella sola regione del Wiltshire c’è stata dal 1988 una media di 40 Crop Circle all’anno.



Vediamo, infine (7) dove si è sviluppato il fenomeno in Inghilterra: sono riportati solo i luoghi con maggior concentrazione, come il Wiltshire, Hampshire, Surrey Kent, Yorkshire, tutti luoghi carichi di mistero e dove venivano praticati culti pagani di matrice celtica, come ad esempio Stonehenge.

IPOTESI

Le ipotesi avanzate sulla natura e sulla ragione del fenomeno dei Crop Circles sono sinora essenzialmente di tre tipologie:

1) Ipotesi terrestre: in questo ambito rientrano sia le cosiddette “burle”, e cioè cerchi creati manualmente da gruppi di persone, dotati a loro modo di una certa vena artistica, che l’attività occulta di agenzie paragovernative e internazionali per fini militari.
Nel primo caso parliamo dei cosiddetti “circle-makers”, veri e propri professionisti delle forme. Essi utilizzano delle attrezzature in grado di piegare le piante in cerchi perfetti, dando vita a bellissimi disegni. Molti di essi sponsorizzano la propria attività su siti internet, organizzando addirittura eventi e competizioni.

                    

Nel secondo caso si tratta invece di un utilizzo sistematico di tecnologia ufficialmente sconosciuta, che prevede l’uso di modelli costruiti al computer e ricreati in scala naturale mediante raggi laser o onde elettromagnetiche “sparate” dai satelliti geostazionari in orbita attorno alla Terra.
Si è parlato anche dell’uso della misteriosa tecnologia HAARP (High Frequency Active Auroral Research Program - programma di ricerca attiva aurorale ad alta frequenza) che sarebbe in grado di controllare gli eventi atmosferici, modificare temperature, venti, correnti, ecc. e di agire sulla materia. Ma qui entriamo nel campo della “guerra ecologica”, un argomento che andrebbe trattato a parte.
Sulle ragioni di simili operazioni, a parte il gusto artistico o mitomane dei circlemakers, si possono fare solo delle speculazioni sui piani delle agenzie “ombra”: esperimenti tecnologici o biogenetici, esperimenti di tipo psicologico sulle masse, segnali in codice,…

2) Ipotesi extraterrestre: razze aliene utilizzano i Cerchi nel Grano per comunicare tra di loro, per comunicare con l’umanità, o per entrambe le cose.
Il primo caso è stato trattato prima, quando abbiamo parlato del rapporto di teleosservazione pubblicato dalla PSI TECH.
Il secondo caso è quello trattato invece da quasi tutti gli organi di stampa e i media commerciali, dalle riviste ufologiche ai film di fantascienza: gli alieni comunicano con l’uomo in vari modi, e sarebbero portatori di un messaggio di pace per l’umanità. Questo taglio “buonista”, così tanto caldeggiato dai guru New Age, si è riproposto in due circostanze emblematiche nei Crop Circle: il codice di Chilbolton e l’alieno di Crabwood.
Il 16 agosto 2001 apparve in un campo di Chilbolton una strana formazione squadrata, che dall’alto apparve essere un volto umanoide, molto simile al famoso “Volto di Cydonia”, regione del Pianeta Marte dove da tempo si discute dell’esistenza di un’enorme scultura dalle fattezze umane.

                                                     

Quattro giorni dopo, sempre nello stesso campo e a poca distanza dal primo, apparve un altro Crop Circle, questa volta rettangolare e apparentemente analogo al messaggio inviato dalla NASA verso la costellazione M13 (20.000 anni luce dalla Terra) dal radio telescopio di Arecibo (Puerto Rico), nel 1974.
Secondo i calcoli degli scienziati, non avremmo dovuto ricevere risposta prima di 40.000 anni. Invece nei pressi di un altro radio telescopio, quello di Chilbolton (Hampshire - UK) è apparso a distanza di meno di trent’anni questo disegno.

           

Messi a confronto i due messaggi, ci accorgiamo di alcune differenze: innanzitutto nella figura al centro (questa è macrocefala). E poi nel DNA, nel silicio al posto del carbonio come elemento principale della vita, nella popolazione dell’ipotetico pianeta (9 miliardi) e nella provenienza: un sistema solare con tre pianeti abitati, uno dei quali con quattro lune satelliti. C’è chi ha ipotizzato che i pianeti possano essere Terra, Marte e Giove (con le sue 4 lune).

Il 15 agosto 2002 a Crabwood, nella regione inglese dello Hampshire, è apparso un Crop Circle ancora più spettacolare: il volto di un alieno (con fattezze quasi umanoidi) che mostra, in primo piano, un disco.



Dopo un’attenta analisi il disco si è rivelato essere un messaggio in codice binario, in particolare in codice ASCII. Il messaggio, tradotto, sarebbe il seguente:

“Diffida dei portatori di FALSI regali & le loro PROMESSE NON MANTENUTE. Molto DOLORE ma ancora tempo. EELRIJUE. C’è del BUONO là fuori. Ci OPponiamo alla DISONESTA’. Canale in CHIUSURA [suono di campana]”.

In quest’ultimo caso un autorevole esperto di Crop, Eltjo Haselhoff, sostiene che ci troviamo di fronte a un abilissimo falso, che però deve nascondere un messaggio autentico e importante.

L’ipotesi che i cerchi nel grano siano di matrice extraterrestre è quella più diffusa nell’immaginario collettivo e nella cultura popolare. La più recente e significativa dimostrazione di questo è ad esempio il film Signs. Vi sono dei momenti, all’interno della pellicola, che esplicitamente appoggiano l’ipotesi extraterrestre come la spiegazione più naturale al fenomeno dei Crop Circle.

3) Ipotesi intraterrestre: quella che si accompagna alla teoria esoterica e universale della materia “vivente” e “cosciente”, tramandata per millenni dalle scuole misteriche di ogni civiltà. Secondo questa teoria i pianeti, la natura, le nostre cellule, sarebbero dotati di una coscienza autonoma e di proprie emozioni. Il principio universale su cui poggia tale teoria è semplice: il soffio divino, la coscienza universale, che penetra la materia (la terra) fecondandola, attivando immediatamente il processo della creazione. Nella numerologia sacra abbiamo la trinità, e cioè l’incontro tra lo spirito e la materia che, uniti, danno la terza risultante rappresentata dal Divino, la perfezione cosmica.
In quest’ottica i Crop Circle sarebbero una delle manifestazioni della Terra “vivente”, che comunica con l’uomo secondo il linguaggio primordiale degli archetipi, i mattoni dell’universo, i 22 principi della creazione.

Sembra poi che il meccanismo di formazione sia generato dalla combinata azione di tre fattori-tipo: i raggi energetici, le microonde, servirebbero per 'preparare' il terreno, rendendo più elastica e plasmabile la struttura del grano; uno o più vortici energetici per dare una direzione rotatoria alle spighe; infine, un'energia sonora corrispondente ad una determinata frequenza d'onda, per imprimere al grano la forma voluta. Una specie di 'stampo energetico', quindi, un ologramma costituito da una campo di forze capace di replicare in grande scala un disegno-guida più piccolo.

Il mistero che circonda i Crop Circles è tra i più affascinanti ed enigmatici, non solo per quanto riguarda il modus operandi dell'energia che li crea, ma anche sulla stessa fonte energetica. Per tacere poi dei motivi che spingono alla creazione di questi disegni. Solo osservando i vari cerchi che negli anni si sono succeduti, però, viene da pensare che non tutti appartengano alla stessa 'matrice': i messaggi contenuti nei Crop sembrano essere diversi, appartenere ad ambiti diversi e forse a energie diverse. Perchè non concludere, perciò, che questo sistema di messaggi sia magari originato da energie cosmiche, e che sia poi stato ripreso da esseri in possesso di tecnologie in grado di replicare il meccanismo 'naturale', esseri che, verrebbe da pensare, non possono essere terrestri vista la tecnologia impiegata? Ma, come già è stato detto, sono molte le cose che a livello ufficiale vengono taciute e occultate; non ci sarebbe da stupire, quindi, se tra i misteriosi circle makers si trovassero anche uomini come noi.

  Pachamama, statuetta Inca

E alla fine, perché stupirsi se la verità, come spesso accade, è sempre divisa in più parti e mai univoca?
Il fatto certo su cui non possiamo nasconderci è che i Crop Circle esistono, sono reali e rappresentano ancora un mistero grandioso e insondabile. L'uomo, in quanto essere cosciente e razionale, è atteso da una nuova grande sfida: decifrare il senso dei Cerchi nel Grano per comprendere parte della propria natura.
09/03/2016 18:22:32

http://www.thexplan.net/article/353/LENIGMA-DEI-CERCHI-NEL-GRANO-PARTE-III/It
ARTICOLI CORRELATI
STORIA DEI CERCHI NEL GRANO: LE ORIGINI
(RUBRICHE / EVENTI)
SACRO FEMMINILE IN UMBRIA
(RUBRICHE / EVENTI)
UNA TRAGEDIA DIMENTICATA
(RUBRICHE / EVENTI)
Commenti
Nome
E-Mail
Testo