www.theXplan.net OLTRE LA VERITA' UFFICIALE

Non vi chiediamo di credere, ma di riflettere

ANNO XV


31.05.2018
TXP 3.0
E' online la nuova versione del sito ufficiale del Gruppo The X-Plan, con un nuovo layout e box tematici per una lettura più immediata ed efficace. Ogni articolo presenta una foto di anteprima e una descrizione testuale. Rimangono i colori ufficiali del Gruppo e il Pianeta X, che dal 2003 ci accompagna nel nostro lavoro di ricerca. Buona navigazione.

La Commissione



X-ZONE/X-plan

PROGETTO SERPO #26.4

POST #26 - Parte Quinta

La Commissione
Fonte: Serpo.org
Anno: 2007

Fonte: Anonimo

POST  26a – La versione Russa del KGB sul violento incontro con gli ET!
COMMENTI DI ANONIMO:

VICTOR:

La versione russa differisce in molti aspetti da quella della nostra CIA Americana, ma non ne sono sorpreso. In tutti gli anni passati nell’Intelligence, i rapporti crudi di Intelligence sono molto diversi rispetto ai rapporti Sierra più dettagliati e conclusivi. La mia ipotesi è che gli ufficiali CIA del caso scrissero il rapporto in una bozza preliminare e poi lo inviarono al loro quartier generale nella versione che ti ho passato.

Sono sicuro che un rapporto più dettagliato, e che vorrei davvero vedere, possieda tutti i particolari contenuti nella presente traduzione. Oppure può darsi che gli ufficiali CIA del caso, che inizialmente riportarono il primo evento, non avessero nessuna informazione aggiuntiva da parte del loro CAC in merito all’incidente al di là dei fatti segnalati nell’area missilistica. Questa versione russa sullo stesso incontro espande la serie di eventi che accaddero DOPO che i Visitatori furono trasferiti in custodia al KGB.

TRADUZIONE dell’e-mail ricevuta il 25 agosto, 2007 dall’ufficiale KGB Maggiore IVAN.
------------------------------------------
- INIZIO: IL MAGGIORE DEL KGB IN PENSIONE IVAN SCRIVE:

Ricordo l’evento postato nel sistema Americano di e-mail da parte di questo Victor. Ma i dettagli sono tutti sbagliati.

L’incidente accadde l’11 gennaio 1985. Nelle prime ore del mattino dell’11 gennaio le stazioni radar della Siberia settentrionale registrarono due (2) oggetti volanti non identificati entrare nello spazio aereo dell’Unione Sovietica. I due oggetti sul radar volavano a grande velocità, toccando i 2000 chilometri all’ora.

I sistemi di difesa aerea sovietici lanciarono quattro (4) aerei intercettatori per identificare gli oggetti osservati sul radar. Il capo dello staff delle Forze Strategiche (GURVO) venne avvisato. Era difficile rintracciare questi oggetti sul radar. Essi volavano così veloci (o “a grande velocità”) che gli intercettatori non riuscivano a raggiungere (o rintracciare) gli oggetti.
Un generale sovietico che era a capo delle difese aeree per il settore settentrionale (Siberia) affermò che gli oggetti erano missili a causa della grande velocità con cui essi viaggiavano nel nostro Paese.

Il Generale allertò tutti i settori di difesa interna (l’Unione Sovietica aveva un perimetro di difesa aerea dalla frontiera esterna a quella interna). Le installazioni radar interne non riuscivano a localizzare i due oggetti perché essi viaggiavano ad una velocità troppo elevata. Le guardie di confine e il Direttorato Capo inviarono messaggi controllati per aggiornare GURVO.
Gli oggetti rimanevano sul radar solo per pochi secondi paragonati ai velivoli standard che vi rimanevano per minuti.
Il Generale disse inoltre che i due oggetti volavano in modo erratico. Gli oggetti volavano da una grande altezza ad una inferiore in pochi secondi. Nessun aereoplano convenzionale era in grado di volare in quel modo. Questo preoccupò molte persone all’interno dello Staff di comando sovietico. Il radar sovietico perse i due oggetti nella zona centrale del paese. Solo un breve contatto radar venne registrato a nord di Bratsk.

Ad un certo momento intorno a mezzogiorno dell’11 gennaio la Polizia sovietica interna comunicò che i residenti di Zhmurova parlavano di uno strano oggetto nel campo di una fattoria collettiva.
La polizia arrivò a Zhmurova da Cheremkhova e da Kyuta. Due agenti di polizia guidarono verso l’oggetto. Essi osservarono un secondo oggetto volare direttamente sopra il velivolo a terra. Gli agenti di polizia tentarono di comunicare via radio con il loro centro di comando a Cheremkhova, ma le radio non funzionavano.

Gli agenti di polizia non videro occupanti dall’oggetto. Gli agenti di polizia si allontanarono e le loro radio ripresero a funzionare. Circa 15min più tardi l’oggetto volò via da Zhmurova. Gli agenti di polizia notificarono la cosa alla base militare sovietica di Cheremkhoca e avvisarono che vi erano due oggetti in volo verso est. Un elicottero militare volò da Cheremkhova in direzione ovest verso Zhmurova.

I due piloti più tardi riferirono di aver visto i due oggetti volanti sconosciuti (non identificati) verso est ad un’altitudine superiore e a grande velocità. Gli oggetti volarono direttamente verso un sito missilistico. Il comando centrale militare sovietico inviò un comunicato alla base missilistica avvisandoli degli oggetti volanti in avvicinamento. Venne inviato un messaggio urgente controllato al GUCOS (ICBM Capo Direttorato Capo).

La base missilistica si pose in allerta elevata (“allerta prioritaria” in russo). Le guardie militari osservarono i due oggetti avvicinarsi alla base missilistica. Uno dei due oggetti sorvolò la base a distanza davvero ravvicinata.

Le guardie militari spararono con armi antiaeree verso gli oggetti in avvicinamento. I proiettili (granate) colpirono l’oggetto nemico ma furono ASSORBITI o PASSARONO DIRETTAMENTE attraverso l’oggetto. Il velivolo emise un COLORE VERDE-BLUASTRO e poi atterrò. Le guardie militari circondarono l’oggetto. Personale del SECONDO Direttorato Capo in collaborazione con il GRU-MRVD rispose.
L’oggetto aprì una porta e una luce brillante apparve sulla soglia.
Cinque (5) occupanti uscirono dalla luce e camminarono sul terreno.

[CONTINUA]
11/03/2018 18:48:59

http://www.thexplan.net/article/326/PROGETTOSERPO-26.4/It
ARTICOLI CORRELATI
INTERVISTA: CORRADO MALANGA IN ESCLUSIVA PER THEXPLAN.NET
(RUBRICHE / INTERVISTE)
PROGETTO SERPO #26.2
(X-ZONE / X-PLAN)
Chi Siamo
(CHI SIAMO)
Commenti
Nome
E-Mail
Testo