www.theXplan.net OLTRE LA VERITA' UFFICIALE

Non vi chiediamo di credere, ma di riflettere

ANNO XV


VALMALENCO FILES
NEOBATRI E LA VALMALENCO
31.05.2018
TXP 3.0
E' online la nuova versione del sito ufficiale del Gruppo The X-Plan, con un nuovo layout e box tematici per una lettura più immediata ed efficace. Ogni articolo presenta una foto di anteprima e una descrizione testuale. Rimangono i colori ufficiali del Gruppo e il Pianeta X, che dal 2003 ci accompagna nel nostro lavoro di ricerca. Buona navigazione.

La Commissione



X-ZONE/X-plan

PROGETTO SERPO #26.1

POST #26 - Parte Seconda

La Commissione
Fonte: Serpo.org
Anno: 2007

Fonte: Anonimo

RAPPORTO DI CONTATTO - DETTAGLI:

Il 22 gen 85, CAC ha stabilito un contatto tramite l'agente degli apparecchi di comunicazione AN23, segnlando al CO che era richiesto un contatto. Il 23 gen 85 il SC approvava un piano per condurre un'intervista dettagliata del CAC al sito 4-SO-P-6.
Il CO, con l'assistenza di CO2, CO3, CO4, CO5 e NOCS-223 e NOCS-101, entrarono in contatto con CAC. Il rapporto di contro sorveglianza e' allegato.

Il contatto avvenne al sito 6. Venne eseguito un poligrafo (SC richiese un PG di routine). NESSUN inganno venne annotato. L'intervista per intero fu registrata sia su audio che su video da CO3. Il linguaggio usato durante l'interrogazione era il russo. CAC riporto' quanto segue:

Il 12 gen 85, mentre lavorava al suo turno regolare alla Centro di Comando e Controllo Regionale II, CAC, venne informato di un incidente al complesso ICBM di Ceremchovo che riguardava un UFO. Il Comando Centrale richiedeva informazioni specifiche. CAC lesse il telegramma iniziale dal comandante sovietico che era sul posto.

Il telegramma informava che un UFO era atterrato a nord-ovests del sito missilistico K3. Il personale militare sovietico era intervenuto sulla scena. Venne trovato un UFO di colore scuro a terra a est della struttura di comando missilistica. Uno dei tecnici missilistici stava vicino al confine est e osservava l'UFO. Il personale militare sovietico giunse in prossimita' dell'UFO, due (2) occupanti del velivolo uscirono attraverso una porta. Gli occupanti si avvicinarono al recinto perimetrale est del K3.

Il personale militare sovietico intimo' gli occupanti di fermarsi. Tre (3) dei quattro (4) occupanti si fermarono. Il quarto occupante continuo' ad avanzare verso la recinzione. Un ufficiale militare sovietico della sicurezza esplose diversi colpi del suo fucile AK-47, colpendo l'occupante. L'occupante cadde al suolo.

Gli altri tre (3) occupanti avanzarono verso l'occupante ferito e recuperarono il corpo. I quattro (4) ritornarono all'interno del velivolo. Circa 2 minuti piu' tardi un'apertura comparve a lato del velivolo. Un RAGGIO LUMINOSO VERDE-BLUASTRO fuoriusci' dal velivolo e colpi' una jeep vuota, VAPORIZZANDOLA COMPLETAMENTE. Come affermo' l'autore del rapporto che fu letto dal CAC, la JEEP SEMPLICEMENTE SCOMPARVE.

Un veicolo corazzato si mosse verso il velivolo ed esplose una raffica di proiettili da 12.7mm in direzione del velivolo. Il velivolo fu colpito vicino al telaio inferiore. I quattro (4) occupanti, meno quello ferito, uscirono dal velivolo e avanzarono verso il personale militare sovietico. Come disse uno dei comandanti sulla scena, il quattro (4) occupanti NON sembravano spaventati.
Essi si avvicinarono al veicolo corazzato e si sedettero a terra. I comandanti sovietici sulla scena pensarono che gli occupanti si stavano arrendendo.

Vennero fatti diversi tentativi per comunicare con questi occupanti usando la lingua russa. Gli occupanti non sembravano comprendere chi parlava. Gli occupanti furono caricato su una jeep e trasportati alle baracche militari di Saskylach-Kovo, nell'edificio numero 45, (Nota: CAC-049-63 aveva informato che l'edificio n. 45 era il quartier generale del KGB per la Regione II, centro di comando. Questa informazione venne verificata dalla fonte della NSA Echo-3.)

Gli occupanti furono rinchiusi in celle di detenzione, un (1) occupante per cella. Il CAC arrivo' alle baracche militari di Saskylach-Kovo, edificio n. 43 il 13 gen 85. Il CAC fu autorizzato ad entrare in ogni cella e tentare di comunicare con gli occupanti. Il CAC uso' Inglese, Francese e Tedesco. Gli occupanti sembravano ascoltare mentre il CAC parlava, ma non risposero. Gli occupanti apparivano essere molto passivi.

Due (2) degli altri ufficiali del KGB, uno che parlava spagnolo e uno che parlava inglese, tentarono di comunicare ma senza risultati. Il comandante del Centro di Comando Militare Sovietico avviso' che Mosca richiedeva che gli occupanti dovessero essere trasferiti via aereo alle baracche militari n.10 (dati storici dell'Intelligence indicano che le baracche n.10 erano localizzate a Obninsk, a sud di Mosca).

Il 14 gen 85, ad approssimativamente le 6:30 del mattino, le CELLE dove erano detenuti gli OCCUPANTI furono trovate VUOTE. NESSUN segno di scasso venne osservato. Il VELIVOLO, che era vigilato dal ramo G elite della pattuglia di confine sovietico, SPARI' ANCH'ESSO. Il CAC disse che gli ufficiali del KGB sovietico scattarono oltre 100 FOTOGRAFIE e un (1) video sugli occupanti. Il CAC forni' 25 copie delle fotografie al suo CO [CIA].

ANALISI – FONTE: CAC e' ben conosciuto al quartier generale. Egli ha fornito informazioni AFFIDABILI negli ultimi 22 anni. Il CAC e' il miglior agente di accesso segreto disponibile nella nostra zona operante. Le informazioni fornite dal CAC sono in qualche modo INCREDIBILI in relazione alla MATERIA IN OGGETTO.

Tuttavia, questo CO ritiene che le informazioni debbano essere maggiormente studiate. Il CO ritiene che risorse aggiuntive dovrebbero essere dirette verso l'area sensibile per confermare le informazioni del CAC. L'esame delle fotografie ha rivelato che gli occupanti NON APPARIVANO ESSERE UMANI. Daremo la possibilita' agli analisti del quartier generale di lavorare a queste fotografie in maniera piu' accurata.
PIANO OPERATIVO:

Dopo aver conferito con SC, il CO pianifichera' una procedura di azione per determinare l'affidabilita' di CAC e la credibilita' dell'informazione fornita da CAC. Il report Sierra accompagnera' questo rapporto.

[Informazione OSCURATA]

049-004

- FINE "Project SERPO” POST #26 -
-----------------------------------------
NOTE SUPPLEMENTARI DI ANONIMO:

VICTOR:

Puoi presentare queste note di contorno che ti ho fornito in qualunque ordine e modo desideri. [Usero' quello che nella scrittura espositiva e' definito “stile/scrittura transitiva” con paragrafi a blocchi.]

1) Il “Rapporto di Contatto” iniziale e' stilato dal capo della stazione di campo direttamente al quartier generale della CIA a Langley, VA.

2) Quello che ti ho fornito e' solo un “Rapporto di Contatto” che noi chiamiamo di “Intelligence cruda”, o tu la chiameresti una “prima bozza” da insegnante di Inglese. Questo “Rapporto di Contatto” e' la prima cosa “che viene fuori” e praticamente serve piu' come una sintesi degli eventi compilata mentre la memoria della persona e' ancora fresca; ecco perche' e' cosi' breve.

3) Il rapporto vero, FINALE, e' chiamato RAPPORTO SIERRA ed e' una presentazione estremamente dettagliata di TUTTA la raccolta di attivita' di intelligence su un particolare event con tutti i CO [agenti del caso della CIA] insieme ai NOC che producono i loro rapporti. In aggiunta il Rapporto Sierra contiene tutte le FOTOGRAFIE conosciute/scattate, le REGISTRAZIONI (e un estratto di quello che e' contenuto nelle registrazioni e una breve sintesi di quello che le foto mostrerebbero), i risultati dei test POLIGRAFI [macchina della verita'] e, naturalmente, tutti i rapporti sul campo individuali.

Tutto questo viene poi inviato a uno o due analisti CIA che – come faresti tu come editore o insegnante – assemblano tutto il materiale in un formato e stile appropriati per una presentazione accettabile. Successivamente il SC della CIA firma il Report Sierra.
Queste informazioni vengono trasportate a mezzo di borsa diplomatica all'amministrazione della CIA a Langley e poi distribuite al personale amministrativo “che deve averne conoscenza”.

Nel caso di questo incidente di contatto sovietico umano-ETE, se ricordo bene, il Rapporto Sierra era di qualcosa come 66-70 pagine solo per questo evento.

4) Quando il nostro CAC venne inizialmente messo al corrente di questo incidente – ancora prima che il “Rapporto di Contatto” fosse finalizzato – l'SC invio' un telex dalla stazione di Mosca al quartier generale della CIA.

I messaggi TELEX sono divisi in quattro (4) categorie:

a) Messaggio FLASH: urgente, T/S [Top Secret] e con un nome in codice richiesto/assegnato;

b) Messaggio IMMEDIATO: classificato almeno al livello “segreto”, deve essere inviato entro le 24 ore;

c) Messaggio PRIORITARIO: messaggio “segreto” o “confidenziale”; e' un backup e/o fornisce informazioni addizionali a un messaggio “immediato”;

d) Messaggio di ROUTINE: traffico normale; non puo' contenere alcune informazioni di intelligence; deve essere materiale NON-classificato; spesso si tratta di informazioni accessibili come articoli di giiornale, articoli di magazine e altri rapporti di media pubblicati.

Da notare che sono I NOC [personale non-ufficiale sotto copertura] ad essere i James Bond o Cloak-e-Dagger che vedete descritti nei film, in TV e nella letteratura popolare, NON I nostri CO [agenti del caso] della CIA.

Queste informazioni dovrebbero dare alla tua numerosa rete di lettori il contesto e la cornice appropriati per capire questo rapporto di 2 pagine che e' stato presentato.

Continua...

- ANONIMO

[CONTINUA]
18/02/2018 19:18:04

http://www.thexplan.net/article/318/PROGETTO-SERPO-26.1/It
ARTICOLI CORRELATI
MILLENNIUM: ROBERT BAUVAL INAUGURA LA MOSTRA
(RUBRICHE / EVENTI)
LA COSPIRAZIONE I
(X-ZONE / X-PLAN)
CONVEGNO USAC 2006
(RUBRICHE / EVENTI)
Commenti
Nome
E-Mail
Testo