www.theXplan.net OLTRE LA VERITA' UFFICIALE

Non vi chiediamo di credere, ma di riflettere

ANNO XV


VALMALENCO FILES
NON SIAMO MAI STATI SOLI
31.05.2018
TXP 3.0
E' online la nuova versione del sito ufficiale del Gruppo The X-Plan, con un nuovo layout e box tematici per una lettura più immediata ed efficace. Ogni articolo presenta una foto di anteprima e una descrizione testuale. Rimangono i colori ufficiali del Gruppo e il Pianeta X, che dal 2003 ci accompagna nel nostro lavoro di ricerca. Buona navigazione.

La Commissione



X-ZONE/X-plan

PROGETTO SERPO #20.0

POST #20 - Parte Prima

La Commissione
Fonte: Serpo.org
Anno: 2006 (?)

Fonte: ?

Le seguenti informazioni sono state inviate a Victor Martinez da qualcuno che afferma di rappresentare una fonte dell'intelligence britannico (MI6), e sono state pubblicate da lui il 24 Agosto. Esse non provengono dalle stesse fonti del precedente post, il #19 [TXP – Nella nostra suddivisione, i post #19.0, #19.1, #19.2 e #19.3]. L' Anonimo originale – che ha fornito i post #1-#11 e anche il #19 – ha scritto il seguente messaggio breve a Victor dopo che egli lo aveva consultato sull'argomento:

“Cosa c'e' di nuovo? Qualcuno ha preso le informazioni degli altri post che abbiamo pubblicato insieme e li ha copiati. Non ci vedo niente di nuovo.
Dubito che questo provenga dall'Intelligence britannica. Penso che qualcuno ha inventato questo.
”Dovrei anche menzionare che abbiamo due membri nella tua lista che la monitorano per informazioni rilevanti collegate a Serpo che poi vengono inoltrate a me e al mio gruppo.”


Victor Martinez ha richiesto che, se le informazioni sottostanti venissero confermate false, esse debbano essere rimosse da questo sito.
Le informazioni ricevute da Victor Martinez:
XXXXXX e' stato coinvolto nel “Project CRYSTAL KNIGHT” nell'estate del 1958. XXXXXX era assegnato all'Holloman AFB dove fu informato del programma che riguardava la comunicazione con una razza extraterrestre.
XXXXXX aveva saputo di Roswell come parte di un precedente briefing nel 1952.
Sebbene XXXXXX non era mai entrato in contatto con Ebe-1, egli aveva visto fotografie e una pellicola che mostravano la creatura con il suo accompagnatore. Questo era lo stesso filmato mostrato ad altri che erano stati messi a parte del programma.
Durante l'estate del 1958, XXXXXX fu chiamato alla Sandia Base (Kirtland AFB) per un incontro Top Secret. Erano presenti ufficiali in comando.
[Il Generale] Charles Cabell dell'USAF era a capo di un gruppo che controllava il “Project CRYSTAL KNIGHT”.

[NOTA DEL MODERATORE: il Generale Charles Cabell era il fratello di Earle Cabell, il quale era il sindaco di Dallas al tempo dell'assassinio di JFK; vedi le note aggiuntive alla FINE del POST #20.]

Altri membri del gruppo erano: Phil Howell, George Simler, Miles Doyle, Bob Hall, Curtis Frisbie, Harry Robb, Earl Butts, Richard Hamaski e Jack Thomas. Erano tutti membri dell'USAF e la maggior parte erano nell'AF Security Groups (AF Intelligence a quel tempo).
Durante la riunione venne presentato uno straordinario evento pianificato che riguardava il contatto con un'intelligenza extraterrestre situata su un altro pianeta.
Il progetto necessitava di diversi livelli.
Per prima cosa, stabilire una serie di ripetitori di comunicazione attorno al mondo che avrebbero ricevuto segnali da questa civilta' ET e li avrebbero trasferiti ad una postazione centrale, Sandia Base. Sandia Base (Kirtland AFB) aveva recentemente (alla fine degli anni '50) piazzato “parabole spaziali” (queste sono le parole di XXXXXX) che erano in grado di raccogliere segnali provenienti dallo spazio.
Al gruppo venne anche detto che un sistema di comunicazione “sofisticato” era stato rinvenuto nel velivolo spaziale alieno recuperato nei pressi di Roswell e che questo sistema di comunicazione era attivamente in contatto con questa civilta' ET.
Il 2044mo squadrone di comunicazione (AF) era responsabile dell'interruzione del sistema di comunicazione, assieme al personale del U.S. Army Communication Service e a un numero selezionato di civili del Los Alamos National Laboratory. L'alieno vivo, che era stato catturato vicino Roswell, aveva fornito le informazioni tecniche per far funzionare [operare appropriatamente] il sistema di comunicazione.

[TXP – Da notare il fatto che si parla di 'interruzione' e non di 'gestione' o 'controllo' del sistema di comunicazione. Questo a nostro avviso indica come il progetto fosse impostato su basi difensive e di prevenzione. Qualora infatti i vertici del programma avessero avuto indizi di una possibile minaccia proveniente dallo spazio, la prima azione da intraprendere doveva essere quella di 'oscurare' la Terra dalla ricezione di ulteriori segnali. Quanto poi questo sarebbe stato efficace per prevenire un'eventuale minaccia esterna, e' un altro discorso.]

Tre membri del 2044mo erano stati addestrati sotto il profilo tecnico per operare il sistema ET. Il sistema era complicato e richiedeva un sistema di attivazione speciale che era stato trovato all'interno del velivolo spaziale alieno caduto [l' “Apparecchio di Energia”, “Il Rettangolo di Cristallo”, o il PVEED-1]. Una volta che i tecnici del 2044mo impararono il sistema, la comunicazione era pronta per operare.

Tuttavia il problema piu' grande era quello di comprendere il linguaggio degli alieni. Il sistema di comunicazione funzionava sulla base del linguaggio alieno, che solo uno o due membri dell'USAF, i quali lavoravano con l'alieno, conoscevano. Ma la complicazione era che il sistema di comunicazione operava con il linguaggio alieno scritto, che gli agenti dell'AF non conoscevano. Dal 1952 al 1958, linguisti specializzati (sia dell'esercito che dell'Air Force USA) lavorarono alla traduzione del linguaggio scritto.
Ma, senza una sorta di base [linguistica], era molto difficile. L'alieno sopravvissuto forni' un alfabeto alieno, ma egli non aveva [possedeva] abbastanza [sufficiente] proprieta' di linguaggio in Inglese per tradurre l'alfabeto dal suo linguaggio all'Inglese. Egli [esso] riusci' a fornire una cruda comparazione di base tra i due linguaggi, ma non abbastanza da permetterci di comprendere il loro linguaggio appieno.
Apparentemente il sistema di comunicazione funzionava perche' il 2044mo stava ricevendo segnali sul sistema di comunicazione. Tuttavia, nessuno riusciva a tradurli. I segnali giungevano attraverso uno schermo simile a quello di un piccolo monitor televisivo, ma giungevano nel linguaggio alieno.
Tutto quello che potevamo fare era di copiare i simboli del linguaggio alieno e sperare un giorno di poterli tradurre. XXXXXX pensava che qualcuno, probabilmente nel tempo che l'alieno era ancora in vita, avesse eseguito qualche tipo di test sul sistema di comunicazione, perche' due persone sapevano qualcosa su di esso e come funzionava. Essi conoscevano anche alcuni simboli chiave del linguaggio alieno.
Alla fine, dopo alcuni sforzi da parte di svariate persone geniali, siamo stati capaci di tradurre il linguaggio, ma solo il 70% circa di ogni messaggio. Questo ci diede abbastanza informazioni per capire quello che gli alieni ci stavano inviando. Essi volevano tornare sulla Terra e recuperare i loro compagni [i vivi e i morti]. La nostra missione era quella di pianificare l'evento e fornire tutte le informazioni logistiche necessarie per eseguirlo.
Ad un certo punto durante i vari passaggi, uno degli specialisti delle comunicazioni dell'AF decise di inviare un messaggio in Inglese agli alieni. Ora, questo sarebbe stato difficile visto che il sistema di comunicazione alieno non aveva caratteri in Inglese. Ma qui entro' in gioco l'ingegno della nostra AF.
Utilizzando un sistema di comunicazione militare segreto recentemente creato (TAC-STAR) siamo stati in grado di collegare in qualche modo (non ho mai capito come) la tastiera di un TAC-STAR. Questo ci permetteva di digitare lettere in Inglese nel sistema di comunicazione alieno. C'e' voluto tempo e sforzi ma ha funzionato.
Abbiamo inviato messaggi in Inglese assieme al nostro alfabeto e al nostro sistema di numerazione. Il nostro sistema numerico era simile a quello degli alieni e, anche se le designazioni dei numeri [numeriche] erano diverse, eravamo capaci di usare le linee per indicare il numero corrispondente.
Dopo diversi scambi di messaggi gli alieni compresero il nostro sistema prima che noi comprendessimo il loro. Era ovvio per noi che avevamo a che fare con una civilta' altamente avanzata. Dal giugno 1960 circa in avanti, iniziammo a ricevere messaggi in Inglese da parte degli alieni. Essi non inviavano frasi complete, ma ci mandavano abbastanza per capire il significato del messaggio.
Da quel punto in avanti communicammo solo in Inglese ad eccezione che per i numeri.
Riuscimmo a comprendere il loro sistema numerico abbastanza velocemente e lo usammo, visto che non volevamo fornire coordinate di atterraggio sbagliate [incorrette]. Alla fine gli mandammo il sistema di coordinate militare usato dai nostri piloti a quel tempo.
A un certo punto del 1962 trovammo il modo di inviare fotografie nella forma di messaggi. Non chiedetemi come ci riuscirono. XXXXXX non aveva abbastanza competenze tecniche per saperlo. Ma inviammo fotografie in bianco e nero della Terra e luoghi per l'atterraggio. Questa era un'altra decisione difficile da prendere. Dove [volevano] atterrare? Dovevamo avere un luogo remoto che non favorisse in alcun modo la conoscenza al pubblico.
Vi furono letteralmente centinaia di location selezionate e analizzate. La maggior parte di queste selezionate all'inizio erano isole situate in zone remote. Ma vi erano problemi logistici con questi posti. Avremmo dovuto utilizzare navi e questo avrebbe potuto attirare l'attenzione. Dovevamo scegliere una localita' che non avrebbe destato sospetti, ma sempre in una zona remota.
Il gruppo opto' per una zona a ovest dell'Holloman AFB vicino Alamogordo, NM. In realta' vennero decise due location. Una falsa a Holloman e la zona reale di atterraggio presso White Sands. Alla fine del 1962 ci incontrammo nuovamente, questa volta in un luogo sotterraneo molto sicuro a Los Alamos.
Ci venne comunicata una novita' incredibile: il nostro governo aveva pianificato di scambiare un team militare USA con gli alieni. XXXXXX non ricorda tutti i dettagli, ma ricorda che molti degli ufficiali chiave del meeting penso' che si trattasse di un'idea sbagliata [cattiva].
La ragione dietro lo scetticismo era questa: non sapevamo praticamente nulla di questa razza aliena, eccetto quello che l'alieno sopravvissuto [Ebe-1] ci aveva detto. Come potevamo fidarci a mandare un team di persone su un altro pianeta? Sapevamo molto poco del pianeta, a parte che era a circa 40 [38.42] anni luce da noi.
Quanto sarebbe durato il viaggio e come potevamo preparare il nostro team per un tale viaggio? Queste erano le domande che tutti i membri fecero.
Ma i vertici, principalmente il Generale Cabell, disse che era stato tutto considerato. Come? Forse avevamo stabilito una migliore comunicazione con gli alieni. Dubito che la maggior parte dei membri conoscessero tutto. Molto era compartimentalizzato e non tutti sapevano tutto. XXXXXX ipotizzo' che forse gli alieni erano atterrati prima della data stabilita del 1964 e che, forse, avevano scambiato informazioni. Ma egli non ha mai avuto alcuna conoscenza ufficiale di questo.
Il prossimo grosso problema era la selezione del team. Bob Hall, il comandante di uno squadrone di addestramento al volo spaziale, era a capo di questo. Avevamo anche gente della CIA e alcuni della recentemente creata DIA [Defense Intelligence Agency; vedi le note di fondo] a bordo. Ci vollero mesi solo per decidere come fare.

[TXP – Nessun Bob Hall tra le fonti da noi esaminate. Esiste pero' un Brigadiere Generale Robert W. Hall dell'USAF che, proprio allinizio degli anni '60, venne insignito delle stellette da Generale. Che sia lui il 'Bob Hall' menzionato nel paragrafo sopra?]

Alla fine venne concepito un piano per “sterilizzare” i Membri del Team. L'annuncio che venne inviato chiedeva a chiunque fosse interessato a partecipare come volontario ad un programma spaziale. Si trattava di un annuncio semi-segreto.

[CONTINUA]
22/10/2017 19:34:45

http://www.thexplan.net/article/278/PROGETTO-SERPO-20.0/It
ARTICOLI CORRELATI
AMRIR DI MAYA
(RUBRICHE / RECENSIONI)
IL LINGUAGGIO ALIENO E LA SCIENZA DEL MULTIVERSO
(INDAGINI / NEL MONDO)
RECANATI: SONO ATTERRATI GLI ALIENI
(I VOSTRI ARTICOLI)
Commenti
Nome
E-Mail
Testo