www.theXplan.net OLTRE LA VERITA' UFFICIALE

Non vi chiediamo di credere, ma di riflettere

ANNO XV


31.05.2018
TXP 3.0
E' online la nuova versione del sito ufficiale del Gruppo The X-Plan, con un nuovo layout e box tematici per una lettura più immediata ed efficace. Ogni articolo presenta una foto di anteprima e una descrizione testuale. Rimangono i colori ufficiali del Gruppo e il Pianeta X, che dal 2003 ci accompagna nel nostro lavoro di ricerca. Buona navigazione.

La Commissione



RUBRICHE/Eventi

MYSTERIA : PRIMA MOSTRA INTERNAZIONALE AI CONFINI DELLA REALTA', 12 Ottobre 2002-19 Gennaio 2003

La Commissione

Roma/Parco dè Medici, The Village

SALE/ARGOMENTI

PRIMO PIANO

SALA 1: UFO-ALIENI

La sala ci si presenta come un laboratorio genetico, dove notiamo, al centro, delle capsule di plastica contenti le razze aliene ad oggi conosciute, che hanno visitato il nostro pianeta: i 'grigi', gli 'insettoidi' (o 'insettiliani'), l'umanoide del video di Santilli (sul quale sarebbe stata effettuata un'autopsia nella segretissima Area 51, i 'Pleiadiani', con lunghi capelli biondi e occhi come quelli dei rettili.
Tutta la stanza è rivestita di cartelloni descrittivi dei vari argomenti trattati sul tema, a cominciare dalle 'tracce aliene nella storia', con immagini fotografiche e didascalie esplicative. In particolare ci colpisce un immgine della Vergine sul cui sfondo è evidente un oggetto non identificato sospeso nel cielo. Vi sono poi le 'navi volanti', sorta di giganteschi dirigibili dalla forma bizzarra, che sono stati osservati numerosi a cavallo tra Ottocento e Novecento. Sull' 'incidente di Roswell', che per molti ha rappresentato l'inizio della moderna ufologia, troviamo foto d'epoca, articoli di giornale dell'epoca (1947) che parlano di un misterioso oggetto precipitato nei pressi di una fattoria vicino Roswell, nel New Mexico. Da allora sono stati raccolti numerosissime testimonianze di altri 'Ufo Crash' (così denominati gli impatti di velivoli alieni sul suolo terrestre), ed è questo l'argomento successivo che ci apprestiamo a leggere. Subito dopo troviamo 'I segreti di Wright Patterson', base militare strettamente collegata con l'Area 51.
Il 'Project Blue Book' è il nome in codice di un programma di selezione e analisi delle migliaia di rapporti di UFO raccolti per più di vent'anni, da Roswell in poi. Viene trattato poi l'argomento del 'Contattismo', fenomeno che ha coinvolto nella storia nomi importanti come Meyer, Adamsky, Siragusa. Segue poi una panoramica su 'I grandi casi anni '60', con i resoconti più importanti, e la 'Classificazione Hynek', l'astrofisico che individuò sei tipologie nell'interazione tra UFO e testimoni (tra le quali spiccano gli 'incontri ravvicinati' del primo, secondo, terzo e quarto tipo).
Ancora, viene trattato l'argomento 'Missioni spaziali e UFO' e quello, ormai classico nell'ufologia, dell' 'Area 51', base supersegreta chiamata anche Groom Dry Lake, situata in pieno deserto del Nevada, e non segnata su alcuna cartina.
Al Cover-up, il sistematico 'insabbiamento' che i governi di tutto il mondo avrebbero operato negli anni per sottrarre all'opinione pubblica la verità sugli UFO è dedicato 'I segreti dell'Intelligence' e 'Majestic 12', quest'ultimo un documento segreto degli anni '50 circa. Siamo quasi alla fine, ma notiamo dei video, proiettati su schermi in serie, dove degli oggetti lenticolari 'galleggiano' nell'atmosfera, per poi allontanarsi ad una velocità elevatissima. Sulle razze aliene conosciute si sofferma l'argomento EBE, cioè 'Entità Biologiche Extraterrestri', e poi quello delle 'Interferenze aliene'. La sezione UFO si chiude con 'L'era del contatto' e 'I Crop Circles', o Cerchi nel Grano, fantastici disegni geometrici che appaiono da anni sui campi di mezzo mondo (ma in particolare in Gran Bretagna, e sulla cui origine il mondo scientifico, ufologico e non, si divide.


SALA 2: MITI-LEGGENDE-TRADIZIONI

Attraversiamo una porta modello 'Stargate', e ci troviamo in una sezione completamente diversa, dall'atmosfera onirica e antica. Il primo argomento è quello de 'I continenti del mistero', continenti leggendari e perduti come Mu e Lemuria; poi, passando per 'Le terre primordiali', ci soffermiamo su 'Atlantide', forse il più famoso e controverso continente scomparso, considerato che ne parla esplicitamente Platone, e che molti studiosi affermano di aver individuato il punto esatto dove si riposerebbero i resti della civiltà perduta (di cui, si dice, gli egizi sarebbero gli ultimi depositari). Siamo poi ai 'Regni scomparsi', veri e propri mondi cercati inutilmente negli ultimi due secoli da molti esploratori; pensiamo a Shamballah, Agarthi, Eldorado, che si nasconderebbero sotto i continenti asiatico e sudamericano. La scoperta delle porte di accesso a questi mondi proverebbe la teoria de 'La terra cava', secondo la quale il nostro pianeta non sarebbe costituito solo da roccia solida e liquida, ma, dopo uno strato di roccia, ospiterebbe al suo interno un sole centrale, e un clima molto simile a quello 'esterno'.
'I predatori della conoscenza' e 'Il piccolo popolo' sono gli argomenti seguenti, affascinanti e immortali; e poi 'Le creature leggendarie', gli esseri che non appartengono a nessuna delle specie conosciute, e che sono entrati a pieno diritto nella leggenda: draghi,chimere, grifoni, mutanti. Infine, veniamo trasportati sull'isola britannica, terra di maghi e guerrieri, con 'Re Artù e la Tavola Rotonda' e 'Il mondo dei Celti', un popolo ancora misterioso e oscuro.


SALA 3: SCIENZE DI FRONTIERA

In questa sezione fa bella mostra una bacheca di vetro contenente essenze profumate, minerali energetici, riviste e dèpliant informativi sulle scienze 'alternative', come la 'Pranoterapia', 'Iridologia', 'Teoria dei cristalli', 'Cromoterapia', 'Radionica'; e poi ancora 'Ipnosi', 'Grafologia', 'Bioenergetica'. Non poteva mancare poi la 'New Age', una disciplina che ormai esprime svariati concetti ed influenza la cultura e il pensiero di un grande numero di persone in tutto il mondo.

SALA 4: ENIGMI DELLA TERRA

L'ultima sezione del primo piano è dedicata ai grandi enigmi della terra, e abbiamo trovato subito degli argomenti interessantissimi: il primo che ci capita di osservare è un 'Omaggio a Kolosimo', doveroso al grande studioso per l'apporto dato allo sviluppo della Paleoarcheologia e Paleoastronautica (fu uno dei primi ad sostenere, nei suoi numerosi libri, la tesi secondo la quale l'uomo sarebbe stato visitato e 'guidato', nel corso della storia, da esseri provenienti da altri pianeti); entriamo subito nel vivo della sezione con l'argomento degli 'Ooparts' (Out Of Place Artifacts), oggetti anacronistici, ritrovati in luoghi e in tempi non concepibili dalla scienza ufficiale: troviamo la Pila di Baghdad, la macchina di Antikithera, alcuni riprodotti nelle esatte dimensioni tridimensionali.
Giungiamo poi alle questioni dei 'Disastri dal cielo' e delle 'Mappe impossibili', tra cui spicca forse la più famosa, la mappa di Piri Re'is, l'ammiraglio turco che mostrò, almeno tre secoli prima che venisse ufficialmente scoperto l'Antartide, una mappa molto antica raffigurante l'intero globo, compreso il continente ghiacciato. Solo che sulla carta l'Antartide era disegnato come una terra fertile, priva di ghiacci. Andiamo a leggere poi le 'Città perdute' e le 'Civiltà precolombiane', cioè Inca, Maya, Aztechi e Toltechi, e le capitali dei loro grandi imperi. Dall'altro lato del mondo si trova l'altrettanto misteriosa 'Cultura tibetana', custode tutt'ora di segreti sulla vita e sulla morte; il popolo africano dei Dogon è menzionato ne 'I Dogon del Mali', la cui cultura astronomica è sorprendente, soprattutto riguardo alla stella Sirio (sapevano l'esistenza di Sirio A e Sirio B prima ancora che esse venissero osservate dafli astronomi. Sostengono, tra l'altro, che i loro dei proverrebbero da lì). Tornando in sudamerica, e in particolare sulle Ande, l'argomento trattato è i 'Misteri del Perù', con la città di Machu Picchu, il lago Titicaca e Tiahuanaco; e poi le Linee di Nazca, il Candelabro. In Perù, terra di misteri millenari, le sorprese non finiscono mai.
Finalmente in Italia, con 'Misteri d'Italia', un breve ma intenso excursus sui fenomeni inspiegabili nel nostro Paese, come 'I graffiti della Valcamonica', 'Il monte Musinè', e i 'Misteri della cultura Nuragica'. Viene affrontato anche l'argomento del 'Triangolo delle Bermuda', detto anche triangolo maledetto, per il numero incredibile di sparizioni di navi e aerei che sarebbero avvenute nella zona del Mar dei Sargassi, tra la Florida e le Bahamas, a cavallo del Novecento. E poi non poteva mancare 'L'Esperimento di Philadelphia' sulla samterializzazione di oggetti e persone, conclusosi tragicamente. Proseguiamo nella visita, e troviamo i grandi misteri archeologici mai del tutto risolti: 'Stonehenge', 'I Moai dell'Isola di Pasqua', e 'La piramide sommersa di Yonaguni'. Una parte corposa della sezione è incentrata sulla disciplina della Criptozoologia, chi consiste nello studio di tutte quelle creature che non rientrano nella zoologia ufficiale, nè tantomeno nell'antropologia moderna: così troviamo 'Il mostro di Lochness', divenuto un fenomeno 'cult' contemporaneo; 'Lo Yeti', 'Il Bigfoot' (con tanto di calco delle impronte di questo essere gigantesco, nonchè una rappresentazione a dimensioni reali racchiusa in una 'nicchia' di vetro), 'Creature misteriose', 'Chupacabras', 'Moth Man' (o Uomo-Falena); due fatti di cronaca piuttosto sinistri chiudono l'argomento sulla criptozoologia, e sono 'Il caso Caponi' e 'L'Homo Saurus'.
Infine, a chiusura della sezione (sicuramente la più densa di argomenti) viene ricordato Charles Hoy Fort, giornalista divenuto celebre per aver raccolto centinaia di articoli sui fatti misteriosi del passato e del suo tempo, nel 'Libro dei Dannati'. Insieme ai 'Fenomeni Fortiani' la sezione conclude con gli 'Enigmi delle piramidi', dal fascino immortale.

SECONDO PIANO

SALA 1: AI CONFINI DELLA FEDE

Saliamo al secondo piano, e lo scenario cambia in modo radicale. Qui si affrontano temi legati alla coscienza, ai misteri dell'io, fenomeni paranormali di natura psichica o spirituale. In questa sezione ci confrontiamo subito sul tema della 'Reincarnazione', un credo che ha le sue basi nelle religioni orientali. Leggiamo tutto con molta attenzione e rispetto, perchè, crediamo, questo è l'approccio con cui ci si dovrebbe avvicinare ai misteri. I grandi iniziati prendono molto sul serio l'importanza del 'Karma', quella parte dell'anima, quell'energia legata indissolubilmente al nostro destino. percorrendo il corridoio avvertiamo un profumo d'incenso che ci trasporta verso luoghi esotici, da favola. L'insegnamento delle religioni misteriche ha un filo conduttore: la necessità di trovare un proprio equilibrio interiore, per armonizzarsi con la natura e il cosmo. Questo è anche lo 'Ying Yang' della filosofia taoista, il bianco e il nero che si sfiorano e si toccano, ma 'nel bianco c'è sempre un po' di nero, e viceversa'. L'eterna lotta tra il bene e il male coinvolge anche gli 'Angeli', creature che da sempre suscitano ammirazione e interrogativi. Chi sono in realtà? Creature di luce? Simboli? Extraterrestri?
Viene trattato poi l'argomento 'I grandi iniziati', con le biografie dei più grandi profeti e 'santoni', tra i quali 'Sai Baba'.
Entriamo nello specifico della religione occidentale con 'Le apparizioni mariane', le più importanti apparizioni della Vergine a Fatima, Lourdes, Medjugorje. In fondo alla sala c'è un paravento nero. Mi avvicino e lo supero, trovandomi davani un pannello di vetro. All'interno è riprodotta, a dimensione naturale, la scena di due giovani inginocchiati davanti ad una parete. Improvvisamente un punto di fronte a loro (e a me) si illumina, e appare la Madonna. Tentativo originale di descrivere l'apparizione nella grotta di Lourdes. Esco dalla parte opposta e trovo davanti un'immagine solenne di Padre Pio, e leggo 'I doni di Padre Pio' con molto interesse, perchè alcune sue profezie sono legate a tematiche di cui ci stiamo occupando.
Raggiungo i miei soci (che nel frattempo erano andati avanti) mentre discutono davanti a 'Le lacrime prodigiose', con riferimento a statue della Vergine che lacrimano sangue. Miracolo o truffa organizzata?
Dopo aver letto d'un fiato le questioni sugli 'Stigmatizzati' e 'I miracoli di S. Gennaro', ci fermiamo davani al tema delle 'Possessioni', fenomeno controverso perchè occorre stabilire caso per caso quando la possessione è 'esterna' (cioè perpetrata ad opera di un' entità estranea al posseduto) e quando invece è 'interna' (cioè quando la fonte è il proprio io, la propria anima evoca presenze dentro di sè). Crediamo che nel secondo caso gli 'Esorcismi' siano meno efficaci, perchè la battaglia deve essere vinta dalla 'vittima' stessa, contro la propria subcoscienza. Cambiando argomento, viene descritto il fenomeno dello 'sciamanesimo', un culto centrale nella maggior parte dei popoli antichi di mezzo mondo, compresi 'Gli indiani d'America', una razza legata profondamente alla natura e alla terra. Troviamo poi un'immagine che ricorda vagamente un volto, che pare sia rimasta impressa sulla superficie di un sudario di lino. E' 'La Sacra Sindone' che mostrerebbeuno de 'I volti di Gesù'.
La sezione si chiude con le 'Profezie dei religiosi' (comprese profezie sui 'Tre giorni di Tenebra', da noi trattati riguardo Nibiru) e 'La scienza Olistica', la scienza perduta che ha le sue origini nella perduta Atlantide.

SALA 2: ESOTERISMO

L'esoterismo è un fenomeno che racchiude in sè un numero incredibile di discipline, filosofie di pensiero, metodologie di analisi. E' difficile dire cos'è, oggi l'esoterismo, perchè in realtà non può essere ridotto ad una sola definizione. Capire l'esoterismo è risalire alle 'Origini della conoscenza', trovare e provare l'esistenza di un ponte tra il noto e l'ignoto. Hanno da sempre affascinato studiosi e scrittori 'I libri impossibili', testi reali o presunti, avvolti da leggende e maledizioni, come il Necronomicon, il manoscritto Voynich, e altri ancora. Anche l' 'Astrologia' può considerarsi una disciplina esoterica, se pensiamo che attraverso la lettura del cielo è possibile gettare uno sguardo su passato e futuro. E poi 'Le società segrete', che fanno dell'esoterismo il codice della loro gerarchia e lo strumento principale dei loro studi. La 'Numerologia' e la 'Cabala' sono due tecniche basate sull'interpretazione dei numeri, anche se va detto che la seconda è molto più antica e contiene molte più incognite rispetto alla prima. Passando per 'Luci ed ombre del medioevo', epoca tutt'ora considerata oscura e superstiziosa, arriviamo alla parte centrale della sezione, con quattro grandi argomenti: 'Il tesoro dei Catari', 'I templari', 'L'Alchimia' e 'Il mistero delle cattedrali gotiche'. I primi due hanno il sapore di di guerre e persecuzioni, ma anche di immense ricchezze nascoste, e mai riportate alla luce. Il terzo argomento è a modo suo unico, sia per il mito della trasmutazione dei metalli in oro, sia per la possibilità di governare la materia e l'anima, di fatto raggiungendo l'immortalità. Sulle cattedrali gotiche, che, si dice, nascondono luoghi segreti e laboratori sotterranei, Fulcanelli nei suoi libri concede solo una vaga prospettiva delle potenzialità dei questi edifici, innalzati in luoghi carichi di energia.
Continuiamo il nostro percorso, e affrontiamo le tematiche dell' 'Occulto', della 'Magia' e della 'Stregoneria', con tanto di bacheche contenenti bamboline voodoo trafitte da lunghi spilloni, candele e segni per evocare demoni, fotografie di cerimonie di 'autentiche' streghe. Subito dopo vi sono le storie sui 'Grandi maghi', dove si pone l'accento tra 'Spiritualitàù e magia'. Infine viene dato uno spazio al più famoso tra i veggenti, 'Nostradamus', le cui profezie sono ad oggi oggetto di pareri controversi.
La sezione si chiude con gli argomenti 'Chiromanzia', 'I Ching' (l'oracolo cinese) e la 'Cartomanzia'.

SALA 3: FENOMENI-ESPERIENZE PARANORMALI

La mostra si chiude con la sezione forse più inquietante e sinistra, quella dei fenomeni paranormali. Il primo argomento è 'Fenomeni ESP', cioè i fenomeni psi-cognitivi, che si dividono in quattro categorie principali: 'Telepatia', 'Chiaroveggenza', 'Preveggenza', 'Telecinesi'. Vi appartengono per certi versi anche la 'Psicometria', cioè la capacità di leggere la storia di un oggetto solo toccandolo, e le esperienze extracorporee, dette anche 'Fenomeni OBE' (Out of Body Experiences).
Non potevano non essere menzionati i 'Grandi dell'ESP', che hanno dato un contributo fondamentale allo studio di questi fenomeni. Attraverso lo 'Spiritismo e medianità', e 'I pionieri dello spiritismo', ci troviamo di fronte il tema dei 'Fantasmi', così presente nell'immaginario collettivo di ogni tempo. Possiamo così leggere la 'Storia di Azzurrina', bambina albina scomparsa in un castello, e che in certi periodi dell'anno chiamerebbe ancora sua madre nelle stanze di quel castello, con la sua voce bianca. Sono stati persino montati degli apparecchi cd con cuffie, dove si possono ascoltare le registrazioni delle voci dall'aldilà. Suggestivo. Vengono riportate anche le storie sulle 'Dame bianche', prima di passare ai 'Poltergeist', un fenomeno portato più volte sullo schermo cinematografico. Nella sala è stato ricreato un ambiente domestico, la cameretta di una bambina. Ci avviciniamo e aspettiamo il manifestarsi degli 'spiriti giocosi'. L'attesa è breve: la bambina è in piedi al centro della stanza, quando la coperta del letto si alza improvvisamente, l'armadio comincia a sbattere, la bambola sul comodino si muove, e si possono sentire strani rumori. La televisione naturalmente proietta solo delle righr orizzontali grigie. Come da copione.
Più divertiti che spaventati cerchiamo l'argomento successivo, e leggiamo 'Evolvenza' e 'Psicovisioni e Psicofonia', fenomeni molto interessanti, soprattutto le foto degli apparecchi elettronici usati per studiarli. Dopo un'occhiata alla 'Biorisonanza', ci soffermiamo sulla 'Camera Kirlian', che non conosciamo: si tratta di un congegno capace di fotografare l'aura di una persona, sistemando i soggetti all'interno di campi magnetici ad alto voltaggio. L'inventore è un russo, Semion Davidovic Kirlian, nel 1957. Entriamo nel 'Mondo dei sogni', attraverso gli studi di Freud e Jung, deviando sul 'Cronovisore', un meccanismo creato dal Padre Pellegrino Maria Ernetti, un benedettino che negli anni sessanta annunciò di aver realizzato un apparecchio in grado di recuperare suoni e immagini di ogni tempo.
L'ultimo argomento della sezione ( e della mostra, prima del Book Shop) riguarda i fenomeni NDE o 'Visioni in punto di morte' (Near Death Experiences), che molti descrivono come un tunnel avvolto nelle tenebre, alla fine del quale una luce abbagliante attende. Scostata la tenda rossa con la scritta 'EXIT', ci troviamo immersi nella proiezione olografica di un tunnel. Anche se il colore è rosso, e non scorgiamo alcuna luce alla fine, ci facciamo coraggio e iniziamo a percorrerlo.

COMMENTI DE LA COMMISSIONE

William: finalmente una mostra dello stesso livello delle altre mostre internazionali dei paesi esteri. Ricca di argomenti, notizie, che sono accessibili a tutti, competenti in materia o semplici curiosi. E' un modo intelligente per sensibilizzare le persone su tematiche ancora troppo sottovalutate. Divertente la scenografia esterna, con l'Ufo che 'sorvola' la piramide, un segnale forte che va al di là dell'impatto 'ad effetto'. Inutile e scontato il Book-Shop all'uscita della mostra, percorso 'obbligato' che non lascia scelta. Va contro la filosofia della mostra, anche se capisco benissimo che anche l'organizzazione deve vivere.
Ottima la sezione 'Enigmi della Terra', avvincente quella dell' 'Esoterismo'. Poteva essere meglio approfondita la sezione 'Miti, leggende e tradizioni'.

Mana: suggestivo il colpo d'occhio della mostra, vista dall'esterno; gli argomenti sono ben approfonditi, ma il Book-Shop come 'uscita obbligata' è una soluzione negativa. La sezione più interessante è stata 'Ufo-alieni', ben trattata, molto approfondita, supportata da video e fotografie, anche d'epoca. D'effetto anche la ricostruzione degli alieni racchiusi in gabbie circolari di vetro, come anche l'autopsia di un alieno a dimensioni naturali.

Hal: appena arrivati non mi ha fatto una buona impressione, sembra di stare ad un parco giochi per via dell'allestimento esterno non molto curato.
Una volta all'interno, comunque, l'impressione cambia decisamente e già nella prima sala (per me la migliore), quella dedicata agli Ufo e simili, si può avvertire la sensazione di una cosa molto più seria.
Mi sono molto piaciuti i modelli dei vari tipi di alieni, curati bene anche nei piccoli dettagli; non ho invece gradito tutti quei documenti scritti appesi al muro uno vicino all'altro come se fossero semplici poster.
Il giudizio è di 6.5, per il fatto che poteva esere organizzata un pò meglio, anche se c'è da considerare il fatto che è stata la prima volta che la mostra è stata istituita.

LINKS UTILI

http://www.mysteriainternational.com [sito ufficiale della manifestazione]
http://www.regione.lazio.it/ [sito della Regione Lazio]
http://www.provincia.roma.it/ [sito della Provincia di Roma]
http://www.comune.roma.it/ [sito del comune di Roma]

09/03/2016 18:04:39

http://www.thexplan.net/article/24/MYSTERIA-PRIMAMOSTRAINTERNAZIONALEAICONFINIDELLAREALTA--12Ottobre2002-19Gennaio2003/It
ARTICOLI CORRELATI
PROGETTO SERPO #26.0
(X-ZONE / X-PLAN)
PROGETTO SERPO #27.0
(X-ZONE / X-PLAN)
ACAM: MILLENNIUM, MOSTRA INTERNAZIONALE SUI MISTERI (28 FEB-28 MAR 2004)
(RUBRICHE / EVENTI)
Commenti
Nome
E-Mail
Testo