www.theXplan.net OLTRE LA VERITA' UFFICIALE

Non vi chiediamo di credere, ma di riflettere

ANNO XV


31.05.2018
TXP 3.0
E' online la nuova versione del sito ufficiale del Gruppo The X-Plan, con un nuovo layout e box tematici per una lettura più immediata ed efficace. Ogni articolo presenta una foto di anteprima e una descrizione testuale. Rimangono i colori ufficiali del Gruppo e il Pianeta X, che dal 2003 ci accompagna nel nostro lavoro di ricerca. Buona navigazione.

La Commissione



X-ZONE/X-plan

PROGETTO SERPO #5.0

Post #5 - Parte Prima

La Commissione
Fonte: Serpo.org
Anno: 2005

Fonte: Anonimo

[TXP – Presumibilmente una lettera aperta di Anonimo a Victor Martinez e pubblicata da quest’ultimo come una sorta di  “finestra intermedia” per far sapere al pubblico il lavoro che si sta conducendo dietro alle pubblicazioni dei posts sul Progetto Serpo]:

“Grazie per la collaborazione che mostri riguardo le mie informazioni. La tua attenzione sul tema e’ molto apprezzata. A volte scrivo piu’ veloce di quanto non pensi e per questo posso fare degli errori di grammatica o di battitura!
Io e i miei colleghi abbiamo discusso varie opzione riguardo la pubblicazione di queste informazioni. Per prima cosa dobbiamo ottenere apposita conferma da parte degli ex-ufficiali. Il gruppo chiamato MJ-12 – che non era il gruppo che controllava veramente le informazioni – ma a scopo di chiarezza, lo chiameremo “MJ-12”. Il vero nome del gruppo che controllava, gestiva e supervisionava il progetto Serpo era chiamato ____ ____.
Molti sono morti ma ce ne sono ancora alcuni in giro. Stiamo cercando di ottenere la loro approvazione per il rilascio delle informazioni. Poi dobbiamo ottenere il permesso degli ufficiali attuali. Questo puo’ essere un po’ piu’ difficile. Gli attuali agenti della DIA hanno pochissima conoscenza di questo progetto. In ogni caso noi proseguiremo con il nostro piano. Il nostro maggior sostenitore e’ ______ _____ _______, un ex direttore del/della _________. E’ lui la nostra base di appoggio e sosterra’ il nostro piano di divulgazione graduale.

La proposta di uno dei tuoi lettori [Bill Hamilton] circa il sito internet e’ una grande idea. Con la cooperazione di diversi “co-autori” potremmo creare un sito e postare informazioni su di esso.
Fino a quel momento continuero’ a fornire informazioni ufficiali solo attraverso di te.
Riguardo al sito internet, so che ci sono alcuni ostacoli da superare. Forse sarebbe o non sarebbe un buon primo passo. Ma noi abbiamo diverse opinioni differenti. Se il Piano A non funziona, puo’ darsi che funzioni il Piano B. Abbiamo discusso su tutto, da una conferenza stampa internazionale ad una nazionale.
Stiamo anche considerando il tuo suggerimento di divulgare 100 pagine chiave (sulle 3,000) a te e poi tu potrai distribuirle a livello nazionale alle 6 persone chiave che hai nominato nella tua e-mail: Dr ____ ____, Dr ____ _____, ____ _____, _____ ______, _____ ______ and  ____ _____.
Di questi individui sono d’accordo che sarebbe molto importante avere qualcuno come il Dr/ ____ ____, che possiede la statura e la credibilita’ della comunita’ scientifica, a bordo e “aggiornato” anche per asssisterci nello spiegare le complesse teorie scientifiche e fisiche e i loro principi al pubblico generico.
Ti faremo sapere.
Ti forniro’ alcune risposte alle molte domande presentate non appena le trovero’. Ricorda che ho piu’ di 3,000 pagine da visionare, piu’ altri due volume di una certa grandezza pieni di dati supplementari.
Ho studiato i documenti e i dati del rapporto finale. Non posso trovare risposte alle domande di ognuno, ma ho trovato alcune risposte, specialmente a quelle poste da un membro della lista di questo thread UFO, Bill Ryan.

1) Ho trovato alcune delle domande (fatte da vari membri del forum) molto fastidiose. Mi aspettavo una risposta ponderata piuttosto che critiche. Le informazioni che sto fornendo vengono direttamente da documenti ufficiali. Ma immagino sia difficile per i nostri scienziati terrestri capire qualcosa estraneo al loro modo di pensare.
Le critiche mostrate dalla tua lista di scienziati non mi disturba. I sto semplicemente riportando quanto e’ scritto su documenti ufficiali. Riguardo ai calcoli scientifici, anche i nostri scienziati sulla Terra hanno avuto le stesse domande. Essi hanno dubitato dei metodi di raccolta dati del nostro Team. Ma, alla fine, anche i nostri scienziati hanno capito che i principi della nostra scienza applicata non funzionavano sempre sul Pianeta Serpo. Una volta che le loro menti si sono aperte, i calcoli furono effettuati per verificare i dati del Team.

2) Uno degli scienziati (astronomo) chiamato ad assisterci era il Dr. Carl Edward Sagan. Inizialmente egli era il piu’ grande scettico del gruppo. Man mano che le informazioni venivano analizzate, tuttavia, il Dr. Sagan assunse un atteggiamento intermedio. Non posso affermare che egli accetto’ completamente ogni singolo dato, ma fu d’accordo sul rapporto finale.

3) Discussioni attive producono sempre alcune domande interessanti. Per alcune di queste non posso trovare risposte. Anche se il nostro Team e’ stato su Serpo e su pianeti vicini per piu’ di un decennio (secondo il nostro calcolo del tempo), essi non avevano un laptop dove inserire tutti i dati. Essi avevano due persone responsabili per la trascrizione dei dati. Il nostro Team ha ammesso che molti dati non sono stati documentati e quindi sono andati perduti.

[TXP – Pianeti vicini? Anonimo intende con questo che gli EBEN hanno portato i membri del Team terrestre su altri pianeti? Questa informazione non e’ ancora stata trasmessa con chiarezza: fino a questo momento si e’ sempre parlato di un soggiorno di 10+ anni su Serpo da parte del Team militare, ma non si e’ parlato di viaggi interplanetari nel settore spaziale di Serpo]

[Le domande di Bill Ryan]

4) Riguardo al Tempo: i membri del Team avevano portato con se diversi strumenti di misurazione: orologi da polso in modelli senza batterie, cosi’ dice il rapporto finale. Tali strumenti funzionavano ma non essendoci alcun riferimento temporale visto che i giorni degli EBEN erano piu’ lunghi, i periodi di alba e tramonto erano piu’ lunghi, e non vi erano calendari cui riferirsi.
Il Team uso’ gli orologi per calcolare il movimento. Per esempio, misurare il movimento dei due soli degli EBEN. Venne calcolato anche il tempo che intercorreva tra il lavoro e i periodi di riposo. Ma, dopo un po’, il Team abbandono’ gli orologi terrestri e utilizzo’ la misura dei periodi di tempo degli EBENS. Il Team si confuse con i calendari che avevano portato – un calendario di 10 anni.
Dopo 24 mesi tutti persero la cognizione del tempo visto che non era possibile calcolare I giorni e compararli con quelli della Terra. Il Team aveva un grande orologio con il tempo terrestre quando lascio’ la Terra. Tuttavia questo era un orologio a batterie e quando queste si esaurirono l’orologio si fermo’ ed essi dimenticarono di cambiare le batterie in tempo. Di conseguenza il tempo terrestre ando’ perduto. Tutte le batterie che il Team si era portato dietro finirono dopo circa 5 anni. Gli EBENS non avevano oggetti che potevano essere comparati alle nostre batterie.

5) Avevano portato con se’ anche rasoi elettrici, bollitori per caffe’, stufette elettriche, DIM (non viene specificato di cosa si trattava)

[TXP - Ipotizziamo potesse essere un Collettore di Elettricita' o una specie di Magnetometro, per esempio il Declination-Inclination Magnetometer. In quest’ultimo caso si tratterebbe dell’ennesima conferma di come la tecnologia in campo militare sopravanzi quella civile e di diverse decadi. Seppure la misura del campo magnetico e’ iniziata nel 1834 con Friedrich Gauss, i capisaldi della magnetometria del XX secolo sono rappresentati dai magnetometri differenziali Fluxgate per la misurazione vettoriale del campo magnetico e sviluppati a partire dagli anni ’30, e i magnetometri scalari o quantici per la misurazione in movimento. Le misurazioni assolute della direzione del campo magnetico mediante metodo ottico sono effettuate con il DI Flux o DIM e cioe’ il magnetometro a declinazione/inclinazione basato sulla tecnologia Fluxgate. E’ a nostro avviso assolutamente plausibile che questa strumentazione fosse gia’ utilizzata alla fine degli anni ’60 dai militari USA e che pertanto potesse essere parte dell’equipaggiamento scelto dal Team per il soggiorno su Serpo]
,

una macchina da scrivere elettrica IBM, un calcolatore scientifico, righelli (sia convenzionali che scientifici), Registratore per la raccolta dati (BDCR), 3 telescopi di diversa dimensione, tangenti [TXP - ??], sia convenzionali che elettriche. La lista prosegue. Ma essi presero ogni cosa che gli era permesso di trasportare da un punto di vista del carico sulla navicella. Gli EBEN pesarono l’equipaggiamento del nostro Team. Il peso limite era 4.5 tonnellate o 9,000 libbre. Per il cibo, il Team porto’ con se cibo in scatola in stile militare, pianificando le quantita’ per durare 10 anni.

6) Un’altra domanda riguardava la formazione del Team. Perche’ furono scelte solo due donne?
Se si considera l’enorme problema associato con la scelta di una squadra di 12 persone, dove ognuna deve essere totalmente cancellata dal sistema militare – nessun legame familiare, niente coniuge, niente bambini – si puo’ capire le difficolta’ che ha incontrato il gruppo di selezione. Tale gruppo ha scelto i migliori entro un bacino limitato di personale militare.
Il gruppo originario di selezione scelse 158 persone. Ie 12 finali vennero poi selezionate a partire da questo numero.

[CONTINUA]


09/04/2017 14:54:59

http://www.thexplan.net/article/225/PROGETTOSERPO-5.0/It
ARTICOLI CORRELATI
LA COSPIRAZIONE I
(X-ZONE / X-PLAN)
'VERITA' O MENZOGNA...SUL PIANETA X' - 2° Convegno Nexus, Abano Terme (PD) 26-27 / 10 / 2002
(RUBRICHE / EVENTI)
PROGETTO SERPO #19.2
(X-ZONE / X-PLAN)
Commenti
Nome
E-Mail
Testo