TREDICESIMA DIAPOSITIVA

"Se noi ritorniamo al concetto di conoscenza che si ottiene attraverso la colonna vertebrale...l'energia 'Kundalini'...tutte le tradizioni antiche, dalla tradizione ebraica alla tradizione egizia, alla tradizione induista, a quella maya, a quella etrusca, tutti parlano di sette punti energetici, che sono i punti di energia che si attivano lungo la colonna vertebrale dell'uomo, per portarlo ad ottenere la conoscenza (quindi una visione superiore). Anche i sette sigilli del mito dell'Apocalisse di Giovanni, che è un libro gnostico, sebbene inserito nella nostra Bibbia...rappresentano i sette chackra, e il libro siamo noi...la parola libro ha a che fare con 'liber', libero, libertà, perchè l'uomo che apre i sette sigilli, apre se stesso alla conoscenza e quindi è detto uomo libero (perchè la conoscenza ci rende liberi).
Perchè dico questo? Perchè Sitchin parla degli Anunnaki come abitanti del pianeta Nibiru, ma in realtà, io vi assicuro, abbiamo fatto le nostre ricerche attraverso archivi, non c'è nessun sigillo che parli apertamente della provenienza di Anunnaki da Nibiru. E' una deduzione di Sitchin. Ora, Nibiru in realtà si dice 'Neberu'...ora la conoscenza della lingua sumera è andata evolvendosi...sappiamo che Nibiru è 'Neberu', ma 'Neberu' è 'Neferi' (o 'Neferu'), Nefilim, quindi gli angeli caduti. Gli angeli caduti non sono extraterrestri , ma appunto rappresentano la caduta dello spirito nella materia. Coloro i quali rappresentavano la divinità nel mondo materiale, e...garantivano la rappresentanza di questa forza divina nel mondo."